Canapa in Mostra 2016, molto di più di una semplice fiera.

img_9507La terza edizione di Canapa in Mostra, fiera della Canapa Industriale e Medica, svoltasi il 14, 15 e 16 ottobre scorsi ha chiuso la serie di fiere italiane del settore per il 2016 con un buon successo. Circa 9000 le presenze di pubblico su tutti e tre i giorni di evento, che ha visto espositori italiani, locali e soprattutto internazionali.

Com’è stata quest’edizione di Canapa in Mostra? A questa domanda si può rispondere solo così: una bellissima fiera, un’ampia gamma di prodotti proposti da espositori italiani e internazionali, un’atmosfera calda e accogliente, una sala conferenze fitta di eventi durante tutti e tre i giorni, tra esposizioni, corsi e sfilate; un’area esterna con un giardino dove passare momenti piacevoli e sala-conferenzerifocillarsi con una buona pizza, frutta bio e altre specialità alla Canapa, e godersi della buona musica anche oltre l’orario di chiusura dell’esposizione. Riassumendo anche se troppo brevemente, questo è stato il successo della terza edizione di Canapa in Mostra, tenutasi a Napoli dal 14 al 16 ottobre nella splendida cornice della Mostra d’Oltremare nel quartiere Fuorigrotta; tutto questo è il frutto del lavoro dell’organizzazione che ormai da tre anni lavora con estrema professionalità e passione per offrire il più possibile e far sì che tutto funzioni perfettamente. Un lavoro patrocinato e sostenuto anche dal Comune di Napoli e dal Sindaco de Magistris, che ha visitato anche quest’anno la fiera confermando il suo appoggio alla manifestazione e il suo essere favorevole alla legalizzazione della Cannabis, firmando la petizione per la Legalizzazione promossa dai Radicali Italiani, dall’associazione Luca Coscioni; il primo cittadino si è detto inoltre favorevole allo sviluppo della filiera italiana della Canapa considerandola un’importantissima risorsa da utilizzare e ha elogiato la presentazione del progetto “Canapa in Tesi” – una pubblicazione composta da testi di tesi di laurea di studenti italiani il cui tema è la Canapa – complimentandosi per l’approccio culturale e al tipo di comunicazione e informazione usati per divulgare la tematica della Canapa.sindaco-e-organizzazione
img_9612

consegna-corona-al-sindacoDurante la sua visita il Sindaco ha ricevuto dall’imprenditore olandese Nol Van Scheik, una corona stampata in fibra di Canapa da Mr. Lunk, a testimonianza del fatto che anche gli espositori apprezzano il suo sostegno: in effetti De Magistris è l’unico Sindaco fin’ora in Italia a patrocinare, ad appoggiare e soprattutto a partecipare in prima persona ad una fiera di questo genere.

internoL’area espositiva, ben curata e strutturata, ha dato spazio ai prodotti di Canapa industriale e medica all’ingresso, e nell’ampia parte centrale a tutto il settore: i visitatori in tre giorni hanno potuto assaggiare prodotti in Canapa provenienti da filiere corte del centro e sud Italia, scoprire le ultime novità in fatto di prodotti al CBD e sulle infiorescenze destinate al consumo, informarsi presso le varie associazioni che promuovono la legalizzazione della Cannabis, o lo sviluppo della coltivazione della Canapa industriale e della trasformazione delle risorse. In ambito grow, erano presenti diverse banche del seme sia italiane che internazionali, piccole e medie aziende di grow e head; non mancavano importanti aziende italiane consolidate da tempo e sempre in prima linea, come Indoorline, e tante altre piccole realtà locali rappresentate da artigiani, piccole aziende, cooperative e grow shop della Campania e dintorni.

Durante la giornata di venerdì si sono potute notare diverse classi di diversi istituti scolastici della città, segno che questa fiera ricopre anche un ruolo informativo importante: il 15 ottobre si è tenuto un corso sullo sviluppo dalla legge all’uso terapeutico della Cannabis. Sempre più persone, associazioni, medici, aziende e istituzioni si stanno lentamente (ri)avvicinando alla Cannabis, non solo come medicina, ma come risorsa vera e propria, e a volte riescono a dare spazio alla creatività, coniugata alla necessità di utilizzare prodotti sempre più eco sostenibili.

img_9506img_9585Presenti diversi media locali, che hanno ben documentato e diffuso l’evento fieristico, oltre a tutti i media del settore, tra cui anche BeLeaf Magazine che in quest’occasione si è presentata al pubblico per la prima volta con il numero 0, già in distribuzione in più di 300 negozi in Italia.

A contornare l’ampia sala conferenze, una mostra delle opere di Ivan Art, caricaturista americano trapiantato in Svizzera, che da anni sostiene la legalizzazione della Cannabis con il suo motto “Perché? – Perché no?”, rappresentando con le sue vignette il dualismo tra alcune realtà e le situazioni utopiche e idilliache – ma non troppo – che sarebbe bello poter vivere. Nel proprio stand l’artista si è reso come sempre disponibile a disegnare caricature per il pubblico. Ivan Art ha di recente collaborato alla realizzazione del nuovo gioco di carte Growerz, di cui si sono svolte anche alcune sessioni di gioco durante i tre giorni di fiera, in diversi stand.

giardino  music

L’ampio giardino all’aperto infine, unico nel suo genere per una fiera Italiana, è stato un valore aggiunto notevole. Poche sono le location fieristiche in Europa che vantano uno spazio all’aperto al di fuori dell’esposizione, e ancora meno un giardino di questo genere. Oltre ai diversi dj set, che si sono susseguiti dalle 12 alle 24 ogni giorno, l’area esterna era ben fornita di stand gastronomici che hanno provveduto al mantenimento del livello energetico generale, sia del pubblico che degli espositori, con un’offerta di cibo e bevande, che ovviamente prevedevano anche ingredienti derivati dalla Canapa.estern

Questi tre giorni di Canapa in Mostra sono trascorsi in modo piacevole e rilassante, pur senza dimenticarsi che le fiere sono anche occasioni di incontro per i professionisti del settore, che nelle pause tra un lavoro e l’altro hanno potuto anch’essi giovare del clima di distensione e relax, in pieno stile partenopeo.

Arrivederci a Canapa in Mostra 2017!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*