Pomodori in balcone

pomodoriQuando la redazione ha dovuto scegliere l’ortaggio per questa guida, non ci sono stati dubbi: sua maestà il Pomodoro ha vinto. Come è possibile gustare deliziosi pomodori fatti in casa senza avere un giardino? Cespugli ribelli e difficoltà ad ottenere raccolti soddisfacenti hanno scoraggiato molti ortosofisfi da balcone, ma con qualche accortezza possono essere ottenuti ottimi risultati.

In realtà, i pomodori crescono con successo in quasi ogni tipo di situazione e contenitore, in questa breve guida troverai i consigli giusti per aver successo.

IL GIUSTO CONTENITOREvasi-in-balcone

Il primo passo per il successo è la scelta del giusto contenitore. Le soluzioni sono davvero infinite. Visita il tuo vivaio o centro giardinaggio di fiducia o il nostro sito Ortoinbalcone.it e troverai un’ampia scelta. È importante che sia di una capienza di almeno 20 litri. Al contrario di quanto si pensa i vasi di terracotta sono meno indicati, ottimi per molte piante ma “asciugano” troppo in fretta il terreno. Per i pomodori i vasi in plastica sono l’ideale. Si possono trovare facilmente delle alternative, senza spendere molto. Si può costruire un contenitore in legno; in questo caso fate attenzione a non usare legno trattato chimicamente. Si possono riciclare contenitori di tutti i tipi e forme. Un’ottima alternativa utilizzata negli ultimi anni sono i sacchi di plastica (vanno bene anche quelli dei terricci stessi) o grandi buste o un semplice secchio da 20 litri che è possibile acquistare dal negozio di articoli di casalinghi più vicino, sono perfetti contenitori per coltivare i pomodori.

I vasi sono già provvisti di fori sul fondo, ma se si decide di usare un secchio o una busta grande vanno praticati dei fori sul fondo in modo tale che l’acqua in eccesso possa essere smaltita e non ristagni, lasciando il terriccio troppo umido. Si consiglia di pulire e disinfettare il contenitore prima di riempirlo con il terriccio.

TERRICCIO E POSIZIONEterriccio

Non sottovalutare la scelta del terriccio, è importante che sia ben predisposto ad assorbire acqua e che sia ricco di nutrimenti e microelementi. Evitate il cosiddetto “terriccio universale”, il consiglio è di non risparmiare sulla terra, è un fattore fondamentale per avere dei frutti.

Sul fondo del vaso posiziona l’argilla espansa o delle pietre. Questa tecnica ha una doppia valenza che si ripercuote sia sul breve che sul lungo periodo. Posizionare pietre oppure argilla espansa sul fondo fa in modo che non esca del terriccio nell’immediato ed evita che si otturino i fori sul fondo con il tempo. La posizione del vaso è fondamentale, anche se è una pianta rampicante e quindi adatta ai muri, fate attenzione che non abbia molta ombra. Almeno sei ore al giorno di pieno sole sono l’ideale. È bene fare attenzione che la pianta sia esposta al sole diretto e non solamente alla sua luce.

SEMENTI CONSIGLIATE

Al contrario di quanto si pensi, si possono coltivare molte varietà sul balcone. Le varietà più piccole tendono a produrre meno, ovviamente, mentre quelle più grandi hanno bisogno di una struttura dove potersi arrampicare, ma hanno una produzione continua.

Su ortoinbalcone.it troverai tantissime varietà di pomodoro, dalle più diffuse alle più originali, introvabili nei mercati rionali. Puoi coltivare più varietà per cominciare e poi scegliere quelle che preferisci per facilità di coltivazione, gusto o produzione. Ortoinbalcone.it tratta solo semi provenienti da colture biologiche, inoltre sono sementi riproducibili di anno in anno.

FERTILIZZAZIONEinnaffiatoio

È importante utilizzare dei fertilizzanti, soprattutto nel caso siano piante coltivate in vaso. Il consiglio che ci premuriamo di darvi è quello di evitare quanto più possibile i prodotti chimici, ce ne mangiamo anche troppi con i prodotti acquistati nei supermercati.

Su ortoinbalcone.it troverai molti prodotti 100% Bio adatti ai pomodori, sia in forma liquida che in forma solida. I primi sono assimilabili nell’immediato, mentre i secondi sono a lenta cessazione. Questi ultimi vanno mischiati al terriccio, cederanno i nutrimenti solo dopo un mese.

a cura dello staff di Orto in Balcone logo-orto-in-balcone

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*