Secondo una ricerca, l’uso di cannabis non danneggia la vista, anzi la migliora

Il consumo di cannabis non danneggia la qualità della vista, ma anzi può migliorarla, secondo un nuovo studio pubblicato dalla rivista Optometry and Vision Science .

Secondo i ricercatori “lo scopo di questo studio era di valutare se fumare cannabis quotidianamente sia associato con una scarsa qualità della vista rispetto a chi non usa cannabis.”

Per condurre lo studio, “The National Longitudinal Survey of Giovani (NLSY79), è stato utilizzato un campione rappresentativo a livello nazionale di 12.686 giovani uomini e donne intervistati nel 1979-2010 ”. La qualità della vista di 1304 consumatori di cannabis è stato confrontato con 1304 intervistati senza uso di cannabis. Test t, multivariale e regressione logistica sono stati utilizzati per l’analisi dei dati.

“Non v’è stata alcuna differenza statisticamente significativa nella qualità auto-riferita della vista tra i fumatori di cannabis rispetto ai giovani che non hanno mai usato cannabis”, afferma l’astratto dello studio. “Tra i fumatori di cannabis, i maschi e diplomati delle scuole superiori hanno anche diminuito le probabilità di segnalare una scarsa qualità della vista”.

Lo studio conclude: “La qualità auto-riferite della vista tra i consumatori di cannabis possono aiutare i medici e altri operatori sanitari a facilitare lo sviluppo di programmi di intervento precoce ed anche aiutare a caratterizzare le opinioni pubbliche per quanto riguarda la cannabis, che sono particolarmente rilevanti dato il dibattito in corso relativo alla medicalizzazione ed alla legalizzazione della cannabis negli Stati Uniti.”

Lo studio completo, che è stato anche pubblicato dal National Institute of Health , si può trovare cliccando qui .

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*