Il Cile è lo Stato in cui si consuma più cannabis nell’America Latina

Il Cile è il paese latinoamericano in cui si consuma più cannabis, secondo un sondaggio condotto dal National University Andrés Bello e dall’Università di Londra.

Lo studio dell’Osservatorio Drug Policy e opinione pubblica, pubblicato sulla rivista britannica International Journal of Drug Policy, ha consultato nove paesi dell’America Latina, chiedendo il parere sulla cannabis, poi rivelando che “il Cile si distingue per il più alto riconoscimento del consumo (40%), seguito da Argentina (39%) e Messico (32%)”.

 Per quanto riguarda le nazioni più favorevoli alla legalizzazione dell’uso di questa pianta, anche in questa classifica il Cile si trova in cima alla lista con il 48,2% di aderenze; seguito a ruota dalla Colombia (43%), Uruguay (41%) e Messico (40,9%).Nel frattempo la Bolivia ha respinto in modo schiacciante la misura favorevole al cambiamento, con purtroppo solo il 9,4% di approvazione per la sua depenalizzazione.

Il Cile si distingue e si conferma dunque come il più aperto a questa idea, supportata anche dai dati che lo vedono “avanti” per quanto riguarda l’uso terapeutico della cannabis.La ricerca locale da parte di esperti ha dettagliato una correlazione tra il sostegno per la sostanza ed il progresso di un paese, relativi alla speranza di vita, la salute, l’accesso all’istruzione e livello di comfort.

Questo è riconosciuto dall’indice di sviluppo umano, nel quale il Cile ha ottenuto un punteggio di 0,832 in una scala da zero a uno (valore ottimale).

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*