In Argentina si è svolto il primo Congresso Nazionale sulla Cannabis e la Salute

Nell’edificio vicino alla Camera dei Deputati della Provincia di Buenos Aires, è cominciato il Primo Congresso Argentino sulla cannabis e la salute, che mira a scoprire le molte proprietà e applicazioni della cannabis che sono benefiche per la nostra salute ed analizzarle nel quadro della legge Argentina che autorizza l’uso terapeutico.

La conferenza è stata organizzata dal UNLP, la Camera dei Deputati della Provincia di Buenos Aires, il deputato provinciale  Marcelo Torres , le organizzazioni civili Madre Nurture, Medicinal Cannabis Argentina, le organizzazioni di cannabis Argentinas, Centro per la Studio della cultura della cannabis e THC Magazine e durerà tre giorni, con attività nelle varie facoltà della UNLP.

In apertura del congresso, Raúl Perdomo , Presidente dell’Università, ha chiamato i partecipanti a “lavorare per la regolamentazione della legge recentemente approvata che permette l’uso medico della cannabis comprendendo università nazionali, e finora permette solo la coltivazione e ricerca presso la CONICET e INTA”.

Inoltre il deputato Torres, che è stato uno dei principali attivi per l’aderenza provinciale della Legge Nazionale per l’uso medico della cannabis, ha sottolineato che “il più grande orgoglio è quello di legiferare per alleviare il dolore e contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone che soffrono. Il lavoro dei legislatori deve essere mirato per risolvere i problemi della gente e questo è un chiaro esempio”.

Il Congresso ha visto la partecipazione dal difensore civico della Provincia di Buenos Aires,  Guido Lorenzino , il preside della Facoltà di Lavoro Sociale,  Alejandra Wagner , il preside della Facoltà di Scienze Agrarie e Forestali,  Sandra Sharry , il vice preside della Facoltà di Scienze mediche,  Eduardo Escudero  Preside della Facoltà di Scienze esatte,  Patrick Urraza , il Dr.  Marcelo Morante  e il presidente del Cile DAYA Fondazione,  Ana María Gazmuri .

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*