In Nevada dichiarato lo stato di Emergenza sulla Cannabis: scorte già esaurite

Uno stato di emergenza è stato dichiarato in Nevada a causa di una diminuzione della fornitura di cannabis, ormai quasi esaurita.

Le vendite legali di cannabis hanno avuto inizio in Nevada solo 10 giorni fa, ma lo Stato sta già rallentando sul sistema vendite. Ciò ha portato al Dipartimento della Fiscalità di dichiarare uno stato di emergenza, una dichiarazione che è stata approvata dal governatore Brian Sandoval.

“Sulla base dei rapporti sulle vendite di cannabis per adulti che già superano di gran lunga le aspettative del settore presso i 47 negozi di marijuana a licenza a livello statale e la realtà che molti negozi stanno terminando le scorte, il Dipartimento deve affrontare immediatamente la mancanza di distributori”, afferma la portavoce del dipartimento Stephanie Klapstein. “Alcuni stabilimenti riferiscono la necessità di consegna entro i prossimi giorni”.

Secondo Klapstein, il dipartimento continua “a lavorare con i grossisti che hanno fatto domanda per licenze di distribuzione, ma la maggior parte non soddisfa ancora i requisiti che ci consentono di autorizzarli”, per accelerare il processo.

“Anche mentre abbiamo tentato di programmare l’ispezione finale di una struttura per una delle candidature questa settimana, ci hanno detto che la loro struttura non era pronta ed ha rifiutato l’ispezione. A partire da venerdì non è stata rilasciata una licenza di distribuzione “.

Secondo le stime dell’Associazione Nevada Dispensary , c’erano circa 3 milioni di dollari in cannabis legale venduta nei primi giorni di vendita, con conseguente circa 1 milione di dollari di tasse per lo stato.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*