Chi è il maggiore produttore di Cannabis nel Mondo?

L’Ufficio delle Nazioni Unite sulle droghe e il crimine ( UNODC ) ha recentemente pubblicato il suo rapporto  mondiale sulla droga 2017 – il ventesimo sondaggio annuale sulla produzione, il traffico e l’eradicazione e gli sforzi di applicazione in tutto il mondo.

Negli ultimi anni, la relazione ha  cercato di quantificare  la quantità di cannabis coltivata in ogni paese produttore – nell’ultimo decennio costantemente piazzando il Marocco in primo luogo, generalmente seguito da Messico e Paraguay. 

Questa tendenza generale continua – con alcune nuove varianti.

La relazione cerca solo di quantificare l’area coltivata per i migliori produttori.

Il Marocco è di nuovo capo fila, con 47.000 ettari dedicati alla coltivazione della cannabis. È seguito dal Messico con 15.000 ettari. 

Ma ora l’industria relativa è arrivata in Nigeria che si assesta è al terzo posto a poco più di 4.500 ettari. Seguito a ruota dal Libano con 3.500. Il Paraguay rimane poco dietro con 2.780. 

C’è un certo tempo di ritardo nei rapporti UNDOC, in quanto si basano sulle più recenti cifre disponibili: il rapporto del 2017 infatti si basa sui dati raccolti tra il 2010 e il 2015.

Le stime sono basate su “indicatori diretti (coltivazione o eradicazione di piante da cannabis ) o indiretti  (sequestri di piante di cannabis, produzione di cannabis domestica come fonte di sequestri ecc.) … ”  

La relazione ha riconosciuto: “La misura dell’estensione è impegnativa perché alcuni paesi denunciano l’eradicazione in termini di ettari, mentre altri riferiscono in termini di numero di piante di cannabis sradicate, il peso delle piante di cannabis sequestrate o il numero di siti di coltivazione della cannabis che sono stati sradicati. Ciò rende difficili i confronti dell’eradicazione “.

Se si guarda l’area sradicata, primo è il Messico, seguito dal Marocco e dalla Nigeria, sulla base delle cifre 2010-2015.

Il maggior numero di siti di coltivazione della cannabis è stato trovato negli Stati Uniti, seguiti da Ucraina, Paesi Bassi e Russia.

Il maggior numero di piante cannabis eradicate sono state segnalate dalla Nigeria, seguita dagli Stati Uniti, dalle Filippine e dal Paraguay.

Le maggiori quantità di piante di cannabis sequestrate sono state riportate dalla Bolivia e dal Perù, seguite dalla Giamaica.

In termini di tonnellate di “erba di cannabis” sequestrata, gli Stati Uniti sono al comando, seguiti da Messico, Paraguay, Colombia e Nigeria. Per tonnellate di “resina cannabis”, la Spagna è il leader globale (contrabbando dal Nord Africa), seguita da Pakistan, Marocco, Afghanistan e Algeria.

Non sorprende che nel Vecchio Mondo si sia “preso” più hashish mentre più cannabis erbacea viene “presa” nel Nuovo Mondo. Nel 2015, quasi due terzi (64 per cento) della quantità totale di fiori di cannabis sequestrati in tutto il mondo sono stati sequestrati nelle Americhe, secondo la relazione.

RELATED: Il 2017 World Drug Report sulle Nazioni Unite 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*