Cannabis come trattamento per l’alcolismo: gli studi confermano l’efficacia

L’ alcolismo può avere conseguenze irreversibili sul corpo e la mente. Nei molti programmi di recupero degli Stati Uniti per i bevitori pesanti o alcolisti stanno sostituendo l’uso quotidiano di alcol con la cannabis.

Diversi programmi di recupero sono necessari, il trattamento modello di alcol occidentale e convenzionale ha un tasso molto basso statisticamente di successo, dal momento che circa la metà di coloro che iniziano un programma di trattamento di dipendenza da alcol hanno una ricaduta entro sei mesi.

Inoltre i medici sono noti per prescrivere abbastanza potenti farmaci ed aiutare con benzodiazepine l’astinenza da alcol.

Mentre l’uso di cannabis come recupero dall’alcol come strumento sia piuttosto controverso nella mente convenzionale americana, gli studi dimostrano che può essere un potente strumento di recupero .

Nella nomenclatura degli studi di recupero, il recupero dall’alcolismo usando cannabis è noto come ” Marijuana Maintenance “.

In linea di principio si tende a sostituire l’esigenza di bere alcol con l’uso di cannabis.

Seguendo questa linea di pensiero, l’ Harm Reduction Journal  riporta che la cannabis può rallentare lo slancio verso l’alcool ed è una valida e naturale alternativa ai farmaci da prescrizione, come le benzodiazepine.

In secondo luogo un sacco di ex bevitori usano la cannabis allo scopo di alleviare le condizioni psicologiche come la “depressione, ansia, stress o PTSD.”

Gli studi dimostrano che l’uso responsabile di cannabis può fornire sollievo da questi disturbi emotivi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*