Studio: La legalizzazione della Cannabis in Canada farà diminuire il mercato delle bevande alcoliche

La legalizzazione della cannabis potrebbe far diminuire notevolmente le vendite di birra ed altre bevande alcoliche in tutto il Canada secondo quanto afferma uno studio condotto da Deloitte.

“Se la marijuana verrà legalizzata in Canada, vedremo una diminuzione degli acquisti di birra, vino o spiriti. Quindi questo è qualcosa che l’industria dell’alcool dovrà comprendere e cercare di anticipare soprattutto per ciò che significa”, ha dichiarato Mark Whitmore , co-autore dello studio sulla marijuana ricreativa.

Alcuni risultati della ricerca mostrano che circa l’80 per cento dei consumatori correntemente mescolano raramente la cannabis con l’alcool e sono anche attratti dalla cannabis per la stessa ragione per cui la gente sceglie l’alcool: divertirsi o aiutare a connettersi con gli altri.

Le vendite di birra sono scese del 4,4% negli Stati Uniti

Recenti rapporti mostrano che le vendite di birra ad uso domestico sono cadute in Colorado, Washington e Oregon dopo che la cannabis è stata legalizzata, con vendite di Coors Light e Bud Light che scendono fino al 4,4 per cento.

Matthew Bellamy, professore associato di storia presso l’Università Carleton e storico di produzione, ritiene che le vendite canadesi della birra cadranno dopo la legalizzazione dell’erba.

Marijuana legale

“L’industria canadese di birra ha attraversato molte delle stesse fasi nella sua evoluzione come l’industria negli Stati Uniti”, ha affermato.

“Come la sua controparte a sud del confine, la birra canadese è emersa come un’industria significativa tra il 1865 e il 1915, ha attraversato gli anni scuri del divieto dal 1915 al 1930, ha vissuto una rinascita tra il 1930 e il 1945, che testimoniò l’emergere di un oligopolio nazionale di birra. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, ha visto l’inizio di una rivoluzione della birra artigianale nei primi anni ’80 ed ha subito significative ristrutturazioni dal 1990 a causa della globalizzazione “.

Ci sarà concorrenza

Justin Zinck della birreria Garrison a Halifax dice che la legalizzazione della cannabis è certamente sul loro radar, ma sostiene che il calo delle vendite negli Stati Uniti è limitato alla birra venduta negli stabilimenti di vendita al dettaglio, non a bar e ristoranti.

Zinck ha detto che devono essere pronti per il giorno in cui i consumatori avranno la scelta su come spendere i loro soldi in alcool o cannabis.

Garrison è stata nel settore della birra artigianale per 20 anni e Zinck dice che hanno intenzione di rimanere e promuovere la qualità rispetto alla quantità per mantenere la loro presa sul mercato della birra artigianale.

“Quindi è il nostro compito di rendersi conto che c’è un nuovo giocatore nel gioco, dobbiamo anche migliorare la nostra produzione dunque. Proprio come se ci fosse una nuova birreria artigianale, dovremo fare il nostro gioco”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*