Il THC può aiutare a prevenire la progressione dell’HIV in AIDS

Secondo un nuovo studio pubblicato nel Journal of Acquired Immune Deficiency Syndromes ( JAIDS ) e pubblicato online dall’Istituto Nazionale di Salute, il Δ9-Tetrahydrocannabinol (THC) può aiutare a prevenire la progressione dell’infezione da HIV fermando l’evoluzione dell’AIDS.

“Le cellule dendritiche plasmacytoid (pDC) svolgono un ruolo cruciale nella risposta immunitaria antivirale dell’ospite attraverso la secrezione di interferone di tipo I”, afferma l’astratto dello studio. “L’attività pDC di rotazione è stata legata alla progressione dell’infezione da HIV all’evoluzione in AIDS”.

Lo studio afferma che “I pazienti con HIV negli Stati Uniti usano terapie a base di cannabinoidi per combattere gli effetti collaterali dell’infezione da HIV e della terapia antiretrovirale. Tuttavia i cannabinoidi , compreso il Δ-tetraidrocannabinolo (THC), sono ben caratterizzati da immunosoppressori “.

In questo studio i ricercatori dichiarano che” il THC ha soppresso la secrezione di IFNα da pDC da entrambi sia i sani e sia chi avesse HIV + attraverso un meccanismo che ha comportato una compromissione della fosforilazione del fattore regolatore interferonico 7.

“Questi risultati suggeriscono che” il THC può sopprimere la funzione pDC durante la risposta anti-virale precoce ospitante attenuando l’attivazione pDC “.

Lo studio completo, condotto dai ricercatori della Michigan State University East Lansing , può essere trovato cliccando qui .

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*