420 Murano Glass – Unici come te – Bong in vetro di Murano

420 murano glass
420 Murano Glass

Questa è la storia di un’idea molto originale, se vogliamo un po’ pazza, di unire due mondi, quello dei Bong e quel mondo quasi oscuro, blindato e segreto delle tecniche di lavorazione del vetro di Murano, che partoriscono oggetti d’arte apprezzati in tutto il mondo. Nasce così la 420 Murano Glass, un’azienda di Venezia che propone dei pezzi unici, realizzati interamente a mano con le suddette tecniche da un Mastro Vetraio di Murano. Abbiamo intervistato i titolari dell’azienda che ci hanno raccontato la storia e fatto scoprire caratteristiche inaspettate di questi oggetti, belli da vedere e pratici da usare, che potranno sicuramente portare l’azienda al successo che merita.

 

-Chi siete e come vi è venuta in mente questa idea originale?

Siamo Davide, Enrico e Stefano. L’idea è venuta a Davide, il genio un po’ sregolato della società, che l’ha proposta all’amico Enrico, che a sua volta ha coinvolto Stefano, e si è concretizzata al termine di una cena tra amici, dove è scattata la scintilla e la definizione della 420 Murano Glass.

Il tutto è partito in origine da una riflessione che Davide faceva sul vetro di Murano: data la sua purezza e la sua lavorazione, il vetro che ne consegue è liscio, e assolutamente non poroso, e si presterebbe perfettamente alla realizzazione di un Bong.

-Quando avete cominciato?

Nel 2016, dopo aver proposto l’idea a Enrico, siamo andati in giro per Venezia, informandoci e prendendo contatti per accedere al mondo dei Mastri Vetrai di Murano. Una volta iniziato questo processo, abbiamo coinvolto Stefano, e nell’attesa dei primi Bong abbiamo lavorato al sito, alla logistica e alla comunicazione. Questa unione ci ha permesso di lavorare bene – confessa Davide – e di realizzare davvero il progetto, che altrimenti sarebbe rimasto in un cassetto. Siamo felici di averlo realizzato, e di essere arrivati ad esporlo alla scorsa fiera Canapa Mundi, dove abbiamo vinto il premio per il miglior prodotto esposto.

-Dove vengono realizzati di preciso i vostri modelli?

420 murano glass bong vetro di murano
420 Murano Glass – Bong

Ci rivolgiamo appunto ad un Mastro Vetraio. Badate bene che i Mastri Vetrai non si possono chiamare semplicemente artigiani, si offenderebbero. Trattare con questi personaggi è davvero difficile, ve lo possiamo assicurare. Sono duri come il vetro che lavorano, ma sono chiaramente dei veri e propri artisti. Tra i Mastri Vetrai e il mondo esterno c’è tutta un’organizzazione di mediatori, che organizzano il lavoro e intercedono per i clienti. Noi abbiamo consegnato i disegni di Bong classici, e abbiamo lasciato carta bianca al Maestro, che è colui che decide la fattibilità e li realizza manualmente, mettendoci il proprio tocco artistico.

-Com’è andata la realizzazione dei primi pezzi?

Benissimo. Confessiamo che eravamo abbastanza emozionati e in trepida attesa di vedere e toccare con mano i primi modelli. Ci siamo imbattuti nel livello di segretezza dei mediatori, che ci hanno ripetutamente suggerito di non esporre in pubblico (nemmeno per pochi secondi, il tempo di fare una foto da mettere in futuro sul sito) e non mostrare a nessuno i prototipi prima del tempo, in quanto in quell’ambiente, come in molti altri ricchi di segreti, vi sono occhi dappertutto e le idee potrebbero venir rubate molto più facilmente di quanto si pensi.

-La sicurezza prima di tutto. Non sarebbero diventati gli artisti che sono, se non avessero coperto il loro segreto.

Certamente! Durante il nostro incontro in un ristorante di Venezia, il mediatore, o emissario come lo chiamiamo noi, ha addirittura riservato un’intera sala del locale, solo per presentarci i prototipi lontani da qualsiasi sguardo indiscreto. Effettivamente, la sanno lunga!

-Ci volete descrivere le caratteristiche dei vostri Bong?

Dobbiamo ammettere che da questi modelli ci aspettavamo risultati positivi, ma non immaginavamo che potessero essere così sorprendenti e inaspettati!

-Ci spiegate meglio?

Beh, una delle caratteristiche riscontrate è la mancanza di residui di odori dopo la fumata. Penserete che sia impossibile e non ci crederete, ed è la stessa cosa che hanno pensato tutti quelli a cui l’ho raccontata. E invece è vero! Quello che siamo venuti a sapere sulla particolare lavorazione di Murano, dalle notizie trapelate dalle varie trame che la proteggono, è che questa tecnica di lavorazione che rende la superficie del vetro (che di partenza è il classico borosilicato per i Bong per resistere alle alte temperature) perfettamente liscia e non porosa, e questo evita appunto il depositarsi di residui e il verificarsi di odori.

L’altra caratteristica è sotto gli occhi di tutti: i modelli ci hanno sorpreso per la loro straordinaria bellezza. Come già accennato sono interamente soffiati e realizzati dal Mastro Vetraio, ciò significa che non ci saranno mai due pezzi uguali, se pur dello stesso modello, poiché saranno caratterizzati da qualche imperfezione che contribuirà a renderli appunto pezzi unici. L’unico particolare del Bong che non è trattato con la lavorazione di Murano è il raccordo: questi sono pezzi che abbiamo deciso di fare standard per questioni di intercambiabilità e di resistenza alla pressione.

-Non c’è dubbio, i vostri Bong sono veramente belli, da esporre in vetrina.

Venezia vetro di Murano Bong 420 Murano Glass
420 Murano Glass – Bong

Questo è proprio un altro aspetto su cui puntiamo. Vorremmo riuscire a sdoganare il Bong, e a farlo diventare un oggetto piacevole e un complemento d’arredo. Solitamente questi strumenti per fumare, perché di questo si tratta, sono relegati in qualche mobile o custodia, quando non vengono utilizzati. I nostri modelli possono essere posizionati in qualsiasi angolo della casa, ed essere mostrati in tutto il loro splendore. Stiamo parlando di un oggetto uscito dalle fucine di Murano, e già questo è garanzia di bellezza e unicità.

-Toccandoli con mano, sono molto leggeri Anche questa è una novità.

Si, i nostri modelli sono leggerissimi, non sembra nemmeno di avere in mano un Bong, abituati come si è al peso delle classiche pipe di vetro.

Ma così leggeri e sottili, non saranno troppo delicati?

Al tatto possono sembrare molto fragili, ma vi possiamo assicurare la qualità del manufatto. Vi sconsigliamo di utilizzarlo ad una festa con una ventina di amici, onde evitare il rischio di perdere l’amicizia.

-Ci parlate delle dimensioni in generale?

Hell Bong - 420 Murano Glass
Hell Bong – 420 Murano Glass

lo spessore dei nostri Bong non è standard, il Maestro crea un opera che non è uguale a nessun’altra, quindi anche questo parametro è variabile. La nostra richiesta iniziale era di avere tutti modelli di 40 cm di altezza, ma anche questo è un fattore variabile a seconda dell’idea che il Maestro ha in quel momento. Nel nostro stand in fiera si potevano ammirare dei Bong da 33cm, come il Canal Grande (Il modello n°0, il prototipo dei prototipi, il primo realizzato e che è stato vinto e spedito in provincia di Perugia) fino al più votato l’Hell, alto 52 cm. È il Maestro che in corso d’opera attribuisce la proporzione che vuole. La stessa cosa vale per i bracieri, che molti ci hanno fatto notare essere più lunghi di quelli tradizionali. Anche in questo caso il Maestro ha voluto valorizzare il dettaglio, per renderlo più armonioso con il pezzo finale e congeniale, per far ammirare la propria arte. Un braciere piccolo non è sicuramente ammirato come uno dei nostri bracieri!

-Oltre ad avere un prodotto innovativo, quali sono le vostre strategie?

420 Murano Glass a Canapa Mundi
420 Murano Glass a Canapa Mundi

Puntiamo sicuramente alla diffusione dei nostri modelli, e lo facciamo attraverso diverse iniziative. Come già accennato, per il nostro effettivo trampolino di lancio, ovvero la fiera Canapa Mundi abbiamo organizzato un concorso che prevedeva l’estrazione di uno dei nostri Bong: per partecipare bastava scegliere un Bong in esposizione e votarlo tramite l’apposito tagliando, consegnare la propria email per l’iscrizione alla newsletter per poi ricevere la comunicazione del biglietto estratto, e mettere un “mi piace” sulla nostra pagina social, fb, pinterest o instagram (facoltativo). Il riscontro è stato fantastico, il flusso di gente al nostro stand è stato incessante e la pagina è cresciuta velocemente, nonostante fosse aperta da solo 4 giorni, ovvero da lunedì 13 febbraio 2017 dalle ore 21.40: è stato tutto un po’ come l’arrivo di un figlio :D. Non pretendevamo di vendere tutti i Bong in fiera, ma questo risultato, i contatti ottenuti insieme alla vincita del premio come miglior prodotto, ci ripaga degli sforzi fatti fin’ora.

E per il futuro?

Abbiamo diverse idee. Siamo ad esempio sempre alla ricerca di nuovi disegnatori, e per far questo abbiamo dato vita ad un’altra iniziativa: Disegna il tuo Bong. Comodamente da casa è possibile disegnare un Bong con lo stile e la grafica che si preferisce: visitando poi il nostro sito alla pagina “customize”, si invia il disegno del Bong precedentemente scannerizzato. I disegni verranno scelti e fatti arrivare al Mastro Vetraio, che li esaminerà e ne decreterà la fattibilità. Se il modello venisse realizzato, lo faremmo produrre e se commercialmente funzionasse, una volta arrivati alla produzione del Bong n° 100, quest’ultimo verrà regalato al disegnatore originale, come ringraziamento per averlo disegnato ed aver creduto nell’idea. Ovviamente chi disegna il Bong ha tutto il diritto di “battezzarlo” con un nome. Chissà che sia la volta buona che inventiamo una nuova figura lavorativa, il designer di Bong 420 Murano Glass!

-Che fascia di prezzi hanno i vostri modelli?

Inizialmente abbiamo esposto tutti i modelli al prezzo singolo di 420€, in linea con il nome dell’azienda. Passato il periodo dell’offerta iniziale i prezzi saranno diversi in quanto ora rasentano il sottocosto. Data l’originalità dei manufatti, e le differenti lavorazioni a volte complesse che faranno variare il prezzo, di partenza il minimo che riusciamo a fare è comunque 420€. Diciamo che siamo in linea con altre marche, e poi stiamo parlando di vetro di Murano: ad esempio, un vaso che esce da queste fucine ha un costo che si aggira tra i 399 e i 2000 euro, ed è un semplice vaso che resta a prendere polvere su un mobile, mentre il Bong è in tutto e per tutto uno strumento utilizzabile.

Ad ogni modo, ancora per poco i prezzi sono ancora quelli: A breve sul nostro sito daremo il via ad un conto alla rovescia, che segnerà il tempo che manca alla loro vendita con il prezzo che avranno realmente (e che è già esposto sul sito). Fino allo scadere del countdown sarà comunque possibile acquistarli al prezzo di 420€.

Come dicevamo, ogni nostro Bong è un’opera d’arte, e viene firmato e numerato dal Maestro, nonché accompagnato da un certificato di autenticità, corredato da una frase famosa che ne sottolinea le imperfezioni che esprimono l’originalità e l’unicità del prodotto.

-Come sta procedendo, dopo il lancio dei prodotti in fiera?

La campagna sui social ci ha permesso di far vedere i nostri prodotti in tutto il mondo, e di questo siamo molto contenti. Abbiamo in programma altre fiere, e stiamo ricevendo inviti e contatti anche dall’America, dove si organizzano diversi eventi legati alla Cannabis.

-In America vi si aprirebbero diversi mercati, come ad esempio quello delle pipe da Dab.

Si, esatto. Abbiamo in cantiere altre novità anche per questo tipo di mercato, e sarete i primi a saperlo non appena si concretizzeranno. Il marchio Vetro di Murano è poi un passepartout nel mondo: è apprezzatissimo ed è una garanzia di qualità del prodotto, e soprattutto non ha bisogno di presentazioni.

Oltre al mercato americano, sul quale puntiamo di più, ci sono sicuramente altri sbocchi, ad esempio il mercato mondiale del lusso.

-Quanti pezzi avete realizzato fin’ora?

Ad oggi abbiamo realizzato un totale di 25 modelli, di cui sono stati effettuati test di utilizzo solo su 4 di questi. Come già accennato il prototipo numero 0, il Canal Grande, è stato vinto e consegnato e il nuovo proprietario ce lo metterà a disposizione per l’anno prossimo, per esporlo nei giorini della fiera. Il primo obiettivo per Davide è arrivare a vendere almeno 1000 Bong. Questo per una questione personale – ci dice sempre Davide – che ha promesso di fronte alla sua compagna e ai suoi soci, di aspettare la vendita del millesimo Bong prima di provare personalmente i propri modelli!!

420 Murano Glass Venezia
420 Murano Glass

Potete trovare i modelli di 420 Murano Glass su www.420muranoglass.com e seguire tutti gli aggiornamenti e le novità su www.facebook.com/420muranoglass, pinterest e instagram.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*