La Task Force del Dipartimento di Giustizia degli USA sottolinea di lasciare libertà agli Stati sulla Cannabis

Un sottocomitato della task force del Dipartimento di Giustizia per la politica sulla marijuana raccomanda di non attaccare le leggi sulla marijuana statale, nonostante molti credono sia giusto farlo.

La task force – le cui raccomandazioni sono intese ad informare le decisioni politiche in corso – ha chiesto un continuo studio e dialogo sulla questione.

“Le raccomandazioni della task force riflettono il fatto che il Dipartimento di Giustizia abbia priorità più importanti che combattere le imprese legittime e fiscalmente regolari”, afferma Don Myrphy, direttore della consapevolezza conservativa del Progetto di Politica sulla Marijuana . “Negli stati che hanno approvato la marijuana per uso medico o adulto, queste imprese creano posti di lavoro, generano entrate, proteggono i consumatori e rendono più sicure le loro comunità”.

Murphy continua; “La stragrande maggioranza degli americani vuole che il governo federale lasci che gli Stati determinino le proprie politiche sulla marijuana. Speriamo che l’avvocato generale stia prestando attenzione e mantenga l’attuale politica di non interferenza “.

Secondo un sondaggio di aprile condotto dall’università di Quinnipiac, il 73% degli elettori americani “si oppongono all’applicazione del governo federale contro la marijuana negli stati che hanno legalizzato la marijuana medica o ricreativa”. Nello stesso sondaggio è stato scoperto che il 94% degli elettori americani supporta la legalizzazione medica della cannabis ed il 60% sostengono la legalizzazione della cannabis per scopi ricreativi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*