Thca utile nel trattamento delle malattie neurodegenerative e neuroinfiammatorie

Secondo un nuovo studio , l’acido tetrahydrocannabinolico (THCA), un composto trovato nella cannabis, può essere utile nel trattamento delle malattie neurodegenerative e neuroinfiammatorie.

“Mentre gli effetti biologici dei cannabinoidi decarbossilata quali Δ 9 -tetraidrocannabinolo (Δ 9 -THC) sono stati ampiamente studiati, la bioattività di Δ 9 -THCA è in gran parte sconosciuta, nonostante la sua presenza in diversi estratti a base di cannabis”, afferma lo studio, pubblicato nel British Journal of Pharmacology . “Lo scopo di questo studio era quello di determinare se Δ 9 -THCA modula il percorso PPARγ e ha attività neuroprotettiva”.

Per lo studio “sono stati studiati gli effetti di sei fitocannabinoidi sull’attività di legame e attività trascrizionale di PPARγ. L’effetto di Δ 9 -THCA sulla biogenesi mitocondriale e sull’espressione di PGC-1α è stato studiato nelle cellule N2a.”

“L’effetto neuroprotettivo” è stato analizzato nelle cellule ST Hdh Q111 / Q111 che esprimono una forma mutata della proteina huntingtina e nelle cellule N2a infettate da un adenovirus che trasporta l’huntingtina umana contenente 94 ripetizioni di polyQ (mHtt-q94). ” In vivo l’ attività neuroprotettiva del Δ 9 -THCA” è stata studiata nei topi intossicati con l’acido 3-nitropropionico tossina mitocondriale (3-NP). ”

Dopo aver condotto la suddetta ricerca, i ricercatori concludono che “Δ 9 -THCA mostra una potente attività neuroprotettiva, utile e da considerare per il trattamento della malattia di Huntington e forse altre malattie neurodegenerative e neuroinfiammatorie”.

Lo studio completo può essere trovato cliccando qui .

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*