Somministrazione di CBD riduce la pressione sanguigna

Una singola dose di cannabidiolo (CBD) riduce la pressione sanguigna, indicando che può svolgere un ruolo nel trattamento dei disturbi cardiovascolari, secondo un nuovo studio pubblicato dalla rivista JCI Insight .

Secondo i ricercatori, lo scopo di questo studio è “quello di indagare se il CBD riduce la BP [pressione sanguigna] negli esseri umani”. Per determinare questo “a nove volontari maschi sani sono stati somministrati 600 mg di CBD o placebo in un farmaco randomizzato, double-blind, crossover. I parametri cardiovascolari sono stati monitorati utilizzando un finometro e un laser Doppler “.

Dallo studio i ricercatori concludono che “i dati dimostrano che la somministrazione acuta del CBD riduce la BP a riposo e riduce l’aumento della BP nello stress negli esseri umani, associato ad un aumento della HR. Questi cambiamenti emodinamici dovrebbero essere considerati per le persone che assumono CBD. Ulteriori ricerche sono necessarie per stabilire se il CBD abbia un ruolo nel trattamento dei disturbi cardiovascolari “.

Lo studio completo e il suo astratto possono essere trovati sul sito web dell’Istituto Nazionale della Salute cliccando qui .

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*