Atlanta depenalizza il possesso di cannabis per uso personale

In una votazione unanime il Consiglio comunale di Atlanta ha dato l’approvazione a una misura di decriminalizzazione della cannabis.

Oggi il consiglio ha approvato all’unanimità l’Ordinanza 17-O-1152 , introdotta dal Consiglio dei membri il 20 marzo.

“Oggi siamo presenti con tutti i genitori di Atlanta che temono o hanno visto la vita dei loro figli distrutti, o le loro carriere sono state rovinate a causa di una politica razzista che ingiustamente ha incarcerato le minoranze “, ha dichiarato Hall dopo la votazione. “Riformare le leggi razziste sulla cannabis ad Atlanta è stato solo uno dei passi in una serie di riforme per cui ho combattuto e combatterò”.

Hall continua; “E uno dei leader che ha riconosciuto l’ingiustizia e la durezza della legge è stato il dottor George Napper, primo capo della polizia, e vorrei ringraziarlo per il suo sostegno”.

 

L’ordinanza cambia la pena nel codice comunale di Atlanta per il possesso di cannabis in meno di un’oncia dalla “pena generale” – che è un’ammenda fino a $ 1000 e fino a sei mesi in carcere – ad un’ammenda massima di $ 75 e nessuna prigione.

La legislazione era stata iniziata a maggio. Un fatto fondamentale presentato durante il dibattito è che in Atlanta il numero totale di arresti per i reati legati alla cannabis vede in testa gli afroamericani (92%), anche se gli studi hanno determinato che l’utilizzo è a livelli simili a livello demografico razziale.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*