Il Presidente Mattarella grazia un malato che autocoltiva Cannabis

Apprendiamo la notizia da Fuoriluogo.it che ne aveva parlato con l’avvocato Fabio Valcanover in estate. Oggi è ufficiale: “la domanda di grazia presentata in data 7 Luglio 2017 ha avuto una risposta, oggi abbiamo acquisito copia del Decreto Presidenziale di grazia” afferma l’avvocato Valcanover sui suoi canali social.

Mattarella grazia un malato

Siamo molto contenti di questo atto di grazia da parte del Presidente Mattarella, un segnale di speranza per tutti i pazienti che hanno problemi a reperire la Cannabis per curarsi. I motivi sono molteplici: la burocrazia complessa, ignoranza in materia dei medici di base e non ultimo i costi che molte regioni non sostengono. In questo modo i malati che non possono permettersi di acquistare il costoso farmaco, pur di curarsi, commettono un reato.

Tutte le regioni dovrebbero farsi carico dell’erogazione di cannabis per i malati. Il Governo dovrebbe approvare una legge che eviti costose beghe giudiziarie a chi usa cannabis a scopo terapeutico. I casi come quello di NN sono molteplici e non si può contare sulla grazia per tutti, bisogna intervenire al più presto.

La situazione dei consumatori che utilizzano la cannabis per uso ludico non è meno grave. Ogni giorno vengono fermate e denunciate decine di persone, per il consumo e il possesso di bassi quantitativi di cannabis. Un costo sociale che le famiglie non possono e non devono piu sostenere. I costi del proibizionismo sono molto alti, queste risorse potrebbero essere impiegate in servizi al cittadino, a partire dalla sicurezza che sta tanto a cuore all’elettorato medio.

Speriamo che la grazia del Presidente della Repubblica possa servire a scuotere le coscienze dei politici. Serve un passo avanti immediato per quanto riguarda la cannabis terapeutica e una regolamentazione dell’uso ludico e dall’autocoltivazione personale.

Grazia Autocoltivazione

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*