Anche il Sudafrica fa un passo verso la legalizzazione di cannabis

Mentre l’Italietta giallo-verde è impantanata in un dibattito tutto ideologico sulla cosiddetta cannabis light, il mondo continua a correre verso la legalizzazione totale. Anche in quei Paesi che non brillano certo per il loro rispetto incondizionato dei diritti civili. E così succede che la Corte costituzionale del Sudafrica legalizza l’uso di cannabis da parte di adulti in luoghi privati, oltre che la coltivazione per uso personale.

La sentenza della Corte costituzionale di Johannesburg

La Corte, secondo quanto riferisce la Bbc, ha accolto il ricorso di tre persone che erano state condannate per l’uso della droga. Il divieto dell’uso di cannabis, ha sentenziato la Corte costituzionale, “interferisce in modo ingiustificato nella loro sfera privata”. I giudici non hanno precisato se vi sia un limite alla quantità che si può produrre e detenere. La sentenza va contro il parere del governo, che si era opposto alla legalizzazione affermando che la sostanza è “dannosa” per la salute.

Rimane il divieto per l’uso nei luoghi pubblici

L’uso nei luoghi pubblici rimane tuttavia vietato, così come la vendita. Il Parlamento ha ora 24 mesi di tempo per approvare una legge in linea con la sentenza della Corte costituzionale. In precedenza altri due Paesi africani, il Lesotho e lo Zimbabwe, avevano legalizzato l’uso della marijuana per fini terapeutici.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.