Regno Unito, forse c’è una Brexit che non viene per nuocere

Anche se arriva con un po’ di ritardo, l’interesse verso la cannabis è ormai un dato di fatto nel Regno Unito. Anche il premier conservatore Boris Johnson non ha nascosto la voglia di regolamentare un settore pieno di potenzialità. Una strada, quindi, che sembra ormai tracciata e che potrebbe addirittura velocizzarsi con la Brexit, per risollevare le casse dello Stato che, inevitabilmente, subiranno delle ripercussioni. Una scelta che continua la tradizione dell’isola.

Basta pensare che fin dal 1500 la canapa era parte integrante della vita britannica, collegata all’industria navale e al suo sviluppo. Ma i pregiudizi che venivano dagli Usa, in tempi molto più recenti, l’hanno relegata ad un ruolo marginale e poi addirittura vietata in maniera severissima. Il culmine della lotta contro la produzione di cannabis si è avuto con il Drugs Act: dopo il 1973 in Gran Bretagna se utilizzavi la canapa o la vendevi potevi essere arrestato. Ma i tempi sono cambiati e  una svolta c’è stata il 1° novembre 2018. In questa data, infatti, è arrivata l’autorizzazione del Ministro degli interni per i medici di prescrivere prodotti a base di cannabis ai pazienti che ne fanno richiesta. Le regole sono state introdotte in Gran Bretagna, Scozia e Galles.

Affinché un prodotto possa essere considerato per uso medico deve rispettare 3 requisiti: deve essere un preparato o un prodotto che contiene cannabis, resina di cannabis, cannabinolo o un derivato; deve essere prodotto per uso terapeutico; deve essere un medicinale o una sostanza da usare come ingrediente nella produzione del medicinale.

La nuova normativa del 2018 non ha portato a una vera e propria regolamentazione del prodotto, che rimane in un vero e proprio limbo normativo, ma ha contribuito a rivedere l’approccio generale alle droghe leggere. Ed il futuro è più roseo…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.