Legalizzazione della cannabis a New York: sarà la volta giusta?

Inizio di anno tumultuoso in America, ma i grandi cambiamenti sono sempre cominciati così.

Il governatore Andrew M. Cuomo ha rinnovato la sua promessa di legalizzare l’uso ricreativo della cannabis a New York: “Penso che questo avrebbe dovuto essere superato anni fa”, ha detto il governatore di NYS durante un briefing video. “Questo è un anno in cui abbiamo bisogno di finanziamenti e molti newyorkesi stanno lottando. Quest’anno ci darà lo slancio per superare la linea di meta “.

La promessa non è nuova per Cuomo: è già il terzo anno che cerca di arrivare a legalizzare la cannabis, senza riuscirci. Il 2021 sarà finalmente l’anno giusto?  

Come abbiamo detto più volte, la spinta antiproibizionista ha uno slancio molto maggiore stavolta visto gli enormi progressi scientifici e le profonde ricadute della pandemia di coronavirus sull’economia. L’opinione pubblica è nettamente schierata a favore. Nell’ottobre 2020 un sondaggio sulla legalizzazione della cannabis ha mostrato che il 61 per cento dei newyorkesi è favorevole ad attuare la riforma a livello statale, rispetto al 30 per cento che è contrario. Il nove per cento ha detto di essere indeciso. In una domanda separata, il 60 per cento degli intervistati ha affermato in modo simile di sostenere la legalizzazione federale della marijuana, mentre il 30 per cento ha dichiarato di essere contrario alla politica e il 10 per cento non era sicuro.

Nessun presidente, nessuna assemblea può ignorarlo ancora. E le cose potrebbero essere più facili visto che quest’anno i democratici potranno godere di una maggioranza assoluta in entrambe le camere dando ai legislatori la possibilità di perseguire aggressivamente misure di sinistra.

Da qui l’iniziativa, forte di Cuomo che ovviamente si muove anche sulla spinta della possibilità di maggiori entrate fiscali: nello Stato di New York, infatti, le casse sono prosciugate, portando a un deficit stimato di quasi 63 miliardi di dollari nei prossimi quattro anni. Le ristrettezze fiscali hanno dato nuovo vento a misure che potrebbero aumentare le entrate, come aumentare le tasse sui ricchi e legalizzare la cannabis.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*