Cannabis terapeutica, in Francia primo via libera ma l’attuazione è ancora lontana

In Francia la cannabis potrà essere utilizzata a fini terapeutici, in particolare per alleviare alcuni dolori che non rispondono alle terapie esistenti. L’atteso via libera arriva dal comitato di esperti nominato dal governo, che valuta come “pertinente” l’uso della cannabis in ambito medico-curativo, come ad esempio nei pazienti affetti da sclerosi multipla, da alcune forme di epilessia, tumori e per l’accompagno di persone in fin di vita.

In realtà il parere positivo del comitato, istituito dall’Agenzia nazionale di sicurezza dei farmaci (Ansm) è soltanto il primo passaggio obbligato, ma, riferiscono i media, per la sua attuazione bisognerà aspettare forse fino al 2020.

Tra i punti ancora tutti da definire la cornice legale della commercializzazione della cannabis a scopo terapeutico, il protocollo medico da seguire, il monitoraggio dei pazienti che la utilizzeranno. Gli esperti hanno già escluso la possibilità di fumare la cannabis per curarsi, in quanto dannosa, quindi sono alla ricerca di una via alternativa, cosi’ come dei luoghi di vendita e dei prezzi da stabilire.

Ad oggi in Francia, secondo stime ufficiali, tra 300 mila e un milione di pazienti potrebbero usufruirne.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.