L’ok dell’Ue a un medicinale a base di cannabis

L’Unione europea ha approvato per la prima volta l’uso di un medicinale a base di cannabis, l’Epidyolex, destinato a pazienti con due forme rare e gravi di epilessia infantile. È la nuova conferma dei benefici medici del cannabidiolo, efficace su alcune forme molto rare di encefalopatia epilettica che risultano resistenti a farmaci tradizionali.

È stato approvato per l’uso nel Regno Unito e in altri paesi europei, anche se attualmente il Sistema sanitario nazionale inglese non lo raccomanda. È notizia di un mese fa, infatti, la decisione del National Institute for Health and Care Excellence del Regno Unito di non raccomandare la prescrizione di Epidyolex, a causa della mancanza di prove dell’efficacia a lungo termine.

Il prodotto è sviluppato da GW Pharmaceuticals e verrà utilizzato in combinazione con un altro farmaco per l’epilessia: il clobazam.

Una delle caratteristiche del farmaco è l’assenza di Thc, tanto che alcuni genitori, che hanno viaggiato in Olanda per acquistare medicinali a base di cannabis, lo ritengono addirittura inefficace, proprio per la mancanza del tetraidrocannabinolo.

Molto positivo il commento di Ley Sander, direttore medico della Epilessia Society e professore di neurologia all’University College di Londra, che ha dichiarato: “Questo nuovo farmaco porterà speranza in alcune famiglie e l’approvazione dell’UE è decisamente un passo positivo. La cannabis medica, tuttavia, rimane ancora un campo minato dal punto di vista medico: ci sono ancora molti ostacoli da superare. “Anche se il CBD – conclude Sander – non è stato ancora raccomandato dal NICE per la prescrizione del Sistema sanitario nazionale”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.