La legalizzazione fa aumentare (anche) il valore delle case

Dove c’è cannabis c’è sempre un effetto positivo. Non solo c’è un effettivo miglioramento della qualità della vita dal punto di vista medico o del relax psicofisico, ma a quanto pare c’è anche una positività dal punto di vista ‘immobiliare’.

Secondo i dati pubblicati da un team di economisti dell’Università dell’Oklahoma, infatti, avere una casa nei dintorni di un dispensario di marijuana, soprattutto dopo la legalizzazione, ha portato ad un incremento del valore dell’immobile. Si legge nel rapporto che esiste “un apprezzamento del 5% nei prezzi delle case a seguito del passaggio dell’RML (leggi sulla marijuana ricreativa) e un apprezzamento dell’11% una volta iniziate le vendite dei prodotti a base di marijuana”

Insomma legalizzare la cannabis e aprire dispensari che la vendono, fa aumentare la richiesta, e quindi i prezzi, delle case. I dispensari, infatti sono considerati vere e proprie comodità commerciali al pari di un qualsiasi esercizio commerciale e “creano effetti ampiamente positivi a seguito della legalizzazione della marijuana ricreativa”.

I risultati di questa ricerca sono coerenti con alcuni studi fatti precedentemente che riportano allo stesso modo un legame tra l’istituzione di un mercato legale della marijuana e elevati valori immobiliari.

Un’evidenza da tenere in considerazione anche per l’Italia dove invece avviene l’effetto contrario: alcuni quartieri diventano delle vere e proprie zone di spaccio e il valore immobiliare delle case crolla.

Come pensiamo da sempre, legalizzare conviene. Ora sappiamo anche dal punto di vista delle case.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.