Come fare il burro alla canapa: la base per tante ricette buonissime

Con l’avvicinarsi deIle vacanze di Natale, le nostre abilità culinarie fremono. E’ giusto cominciare quindi dalle basi per poi potersi dilettare in moltissime preparazioni gastronomiche. Mettetevi comodi, la preparazione sarà lunga ma darà grandi soddisfazioni.

Ecco gli ingredienti che ci servono:

  • 28 gr di ritagli di cime conciate costituite preferibile dalle piccole foglie adiacenti alle cime e caratterizzate da modiche quantità di resina
  • 14 gr di infiorescenze
  • 250 gr di burro salato
  • 300 ml acqua di rubinetto più circa 50 ml per ogni ora di cottura

La preparazione del burro alla cannabis prevede innanzitutto la decarbossilazione dell’erba. Questa operazione prevede la “cottura” in forno della cannabis sminuzzata a temperature tra i 104°C e 113°C per circa 30/40 minuti. Passato questo tempo si deve lasciare raffreddare.

Intanto sciogliere il burro a fuoco lento, miscelato con la quantità d’acqua prevista per poi unire il composto all’erba decarbossilata e ben tritata.

A questo punto sarà necessario sobbollire a fuoco estremamente basso la miscela per almeno 5 ore ( più starà sul fuoco e più otterrete un burro dal sapore intenso), aggiungendo ogni ora 50 ml di acqua. Controllate la formazione di piccole bollicine sulla superficie, sarà un indicatore importante che state mantenendo la corretta temperatura di lavoro.

Terminate le ore previste occorrerà procedere col filtraggio del burro dalla materia vegetale mediante un colino a maglia fine: il composto ottenuto a questo punto dovrebbe aver raggiunto un caratteristico colore brunito e un’aroma intenso e persistente, pronto per essere riposto in un barattolo in vetro, conservato in frigorifero, utile per ogni genere di preparazione che ne richieda l’utilizzo.

Quando si produce burro di Cannabis esiste sempre il fattore “rischio”:  siate responsabili! Fate delle piccole prove di ingerimento e aspettate almeno un’ora prima di provare altro burro. Potreste notare degli effetti indesiderati non proprio piacevoli come nausea, vomito o ansia. Se iniziate a notare questi sintomi, rilassatevi e non fatevi prendere dal panico, passati gli effetti tornerete a sentirvi bene.

2 Comments

  1. sono pensionata, appassionata di innovazione di utilita’ quotidiana/domestica anche dedita ad attività onlus tramite associzione solidaeta’onlus.it con sede a corsico.
    Trattasi di oggetti innovativi non anccora disponibili su canale distributivo commerciale e vorrei realizzarli con materiali naturali tra cui la canapa e che sia italiana.
    tempo fa una azienda era interessata ma importava la canapa dalla cina. naturalmente ho rifiutato.

  2. Pingback: A cena con Maria - Saltimbocca alla romana - BeLeaf

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*