Vietata la vendita di cartine e filtri sul web? Il governo ci ripensi

È preoccupante il passaggio che si può leggere nella bozza della legge di Bilancio che sta circolando in queste ore. Dal testo messo a punto dal governo ci sarebbe una nuova tassa su filtri e cartine per le sigarette ‘fai da te’, che ‘salva’ le sigarette elettroniche. “Le cartine arrotolate senza tabacco e i filtri funzionali ad arrotolare le sigarette – si legge nella bozza – saranno assoggettati ad imposta di consumo in misura pari a 0,005 euro il pezzo contenuto in ciascuna confezione destinata alla vendita al pubblico”. Tradotto: mezzo centesimo in più per ogni cartina, 25 centesimi per un pacchetto da 50 pezzi.

Ma quello che davvero risulta assurdo, continuando a leggere la bozza, è il fatto che la vendita sarebbe concessa soltanto ai tabaccai, eliminando così quella che avviene on-line. Addirittura i siti di coloro che le continuerebbero a vendere sul web verrebbero oscurati.

È davvero pazzesco limitare la vendita di cartine e filtri ai soli tabaccai. Si tratta di un passaggio che non ha logica, se non quella di aiutare una sola categoria, quella dei tabaccai. Lo Stato non ne guadagnerebbe nulla. E a farne le spese sarebbero tutti quei negozi che commercializzano quei prodotti (pensiamo ad esempio a tutti i growshop sparsi sul territorio nazionale).

La speranza ora è che un minimo di buon senso arrivi tra i banchi del Parlamento. La manovra che sta uscendo in questi giorni dal governo dovrà infatti passare la Camera e il Senato per le varie modifiche (sarà approvata definitivamente entro fine anno). E di solito la Manovra che entra in Parlamento in questo periodo dell’anno viene cambiata in molte parti prima di essere approvata a dicembre.

Ma la preoccupazione rimane, perché la volontà del governo di favorire i tabaccai è scritta nero su bianco nel testo presentato. Non resta dunque che attendere la decisione dei parlamentari, ai quali, forse, qualcuno dovrebbe far notare l’irragionevolezza di questa norma.

One Comment

  1. Pingback: Tassa su cartine e filtri, la maggioranza prova a mettere una pezza - BeLeaf

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.