Isolamento da Coronavirus: in Olanda tutti in fila ai coffeshop

Questione di priorità, ce ne rendiamo conto. Dopo giorni di isolamento forzato causa Coronavirus in Italia, forse in molti si saranno mangiati le mani per non essersi mossi per tempo. Ma questa cosa pare che non succederà agli amici olandesi.

Come per il nostro Paese, anche in Olanda, infatti, il governo ha decretato la chiusura di tutti i bar e ristoranti, così come le palestre, i club sportivi, le saune e i sexy shop nonché le scuole di ogni grado, almeno fino al primo lunedì di aprile, per cercare di arginare il diffondersi del virus Covid-19.

Una decisione improvvisa che ha lasciato di stucco i cittadini. Mentre da noi si sono formate file davanti ai supermercati, con la paura che non avessimo scorte di cibo sufficienti, in Olanda le file ci sono state ma davanti ai coffeshop. Letteralmente prese d’assalto, sono state ‘saccheggiate’ dai clienti evidentemente preoccupati di non poter passare i giorni di isolamento in relax, e forse con qualche paranoia in meno.

Si parla anche di un uomo arrestato per procurato allarme, visto che ha avuto la brillante idea di tossire provocatoriamente per disperdere gli altri in coda davanti un coffee shop a Den Bosch.

Il gabinetto del premier Mark Rutte sta ora lavorando a una serie di misure – che probabilmente saranno annunciate domani – per aiutare gli imprenditori in difficoltà che vanno dalla riduzione degli orari di lavoro a prestiti agevolati.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.