Dos Si Dos 33: una formula 6 in 1 con i super poteri

Testo e immagina: Green Born Identity – G.B.I.

Le ha avute quasi tutte. E le amava molto. Si potrebbe quasi parlare di poligamia: OG Kush, Girl Scout Cookies, Gelato, Sunset Sherbert … Alcune tra le signore della cannabis che contano tra le crème de la crème della genetica americana sono passate attraverso le affettuose mani di The Doc. Non sorprende che fosse appassionato di un’altra cultivar di grande tendenza proveniente dalla terra delle opportunità: Dos Si Dos. Più precisamente, Dos Si Dos 33 della collezione Cali, della farm di Barney’s. Di recente Barney’s gli ha fornito alcune bombe genetiche davvero sbalorditive, che hanno dato fuoco alla sua grow room. Affascinante, in questa versione di Dos Si Dos degli olandesi – con eccellenti connessioni statunitensi – numerosi nomi illustri della recente storia della varietà americana si stanno unendo per una fusione spettacolare, un incrocio multiplo molto complesso: tre delle quattro varietà menzionate all’inizio, OG Kush Breath, Face Off OG e Thin Mint GSC si uniscono alla festa qui, producendo il lignaggio genetico ([OG Kush Breath x Face Off OG] x [OG Kush x GSC]) x [Sunset Sherbet x Thin Mint GSC] . Ciò che sembra l’inizio di una complicata formula matematica, può essere scomposto e semplificato in Dos Si Dos (composto dai primi quattro ceppi) x Gelato # 33 (costituito dagli ultimi due).

Questa sfilata più gloriosa di diverse potentissime varietà di punta, questa super formula 6 in 1, conferisce a Dos Si Dos 33 una potenza estremamente elevata, un incredibile 22-28% di THC. Anche dal punto di vista del rendimento, le sue prestazioni possono essere straordinarie: secondo Barney’s, fino a 700 grammi a secco per mq. sono realizzabili sotto le luci, con altezze delle piante di circa 90 cm. All’esterno, Dos Si Dos 33 ostenta una resa potenzialmente da record, fino a due chili per pianta, finendo abbastanza presto alla luce naturale, tra la prima e la seconda settimana di ottobre. Al chiuso, ha bisogno di 60-65 giorni di fioritura per maturare. La caratteristica esteriore di questa varietà Indica / Sativa 60:40 è la sua gelata folle da togliere il fiato e le foglie sorprendentemente verde lime. Inoltre, ha un profilo terpenico potenziato, scoppiando con la dolcezza dei biscotti rinfrescata da trattini di lime e menta. L’effetto più potente di questa pianta si divide in due fasi: dapprima Dos Si Dos 33 accende un fuoco tipico della sativa, energizzante, accompagnato da un’ondata di euforia, quindi passa allo stadio di profonda calma sedativa da indica, che lascia l’utente con uno stato beato di mente e un corpo meravigliosamente rilassato.

Crescita ramificata e vigorosa nella fase vegetale

The Doc non vedeva l’ora di conoscere le modalità di crescita di questa genetica, con sei donne statunitensi in un colpo solo, come dice il motto dello strain, il 6 in 1. I soliti due semi di prova femminizzati andarono nel terreno e germogliarono perfettamente, dopo meno di tre giorni le teste delle piantine erano dritte sul terreno. Un grande vigore è stato esibito dalle due piante durante la fase veg di quattro settimane, con molti rami laterali che si staccavano dallo stelo principale. Si sono allungati molto di più durante la crescita vegetativa di quanto The Doc si aspettasse in considerazione della loro quota indica leggermente dominante, già in piedi 44 e 49 cm di altezza quando li ha innescati in fioritura, mostrando un modello di crescita aperto con una spaziatura internodale piuttosto generosa.

Il palcoscenico in fiore: “Un luccicante palo d’argento”!

Nella fase di fioritura, le due signorine Dos Si Dos 33 hanno quindi mostrato un’attitudine altrettanto forte ad allungarsi più che raddoppiando la loro altezza durante le prime quattro settimane. “Questo tipo di struttura delle piante più ariosa offre il vantaggio di una migliore ventilazione attraverso le piante, con i boccioli che vengono aerati in modo ottimale (che, come tutti sappiamo, “è una buona protezione di base contro l’infestazione da muffe”, ha commentato The Doc). Molto presto le due piante iniziarono a fare ciò che è una caratteristica distintiva della genetica Dos Si Dos: produrre quantità eccessivamente ricche di ghiandole di resina. Formarono calici abbastanza grandi che si stavano impilando sempre più l’uno sull’altro, unendosi alla fine in spessi boccioli paffuti che si sporgevano nettamente verso il lato Indica. Sempre più, si gonfiarono e pomparono opulenti strati di tricomi fino a quando, dopo nove settimane di fioritura, sembrarono così bianchi come se fossero bloccati in una bufera di neve. Oppure, per dirla con le parole di The Doc, sembrava “un palo d’argento luccicante”. Anche le foglie di fiori a più dita erano interamente ricoperte di cristalli.

Il profumo: un pot-pourri estremamente dolce e sfaccettato

Le due piante Dos Si Dos 33 si sono si sono fatte notare al massimo anche dal punto di vista dell’olfatto, emanando un’enorme sottosquadro di dolcezza con una nota speziata di hashish biondo e un tocco fruttato e leggermente acidulo di agrumi – “assolutamente stuzzicante pot-pourri dalle mille sfaccettature che evocano la più piacevole anticipazione dell’imminente esperienza del gusto ”, afferma The Doc. Le sue due piante erano perfettamente pronte per il raccolto dopo 65 giorni di fioritura. Quella forte crescita sia nella fase vegetativa che in quella di fioritura ha fatto sì che le piante sparassero fino a 104 e 110 cm alla fine, quindi si sono rivelate abbastanza uniformi. Durante la raccolta, The Doc non aveva quasi nessun lavoro da fare poiché i boccioli mostravano solo una piccola quantità di piccole foglie ed erano così resinosi nella loro interezza che in realtà avrebbe potuto lasciarli così come erano.Un taglio qui, un taglio là: la manicure era semplice.

The Doc testa Dos Si Dos 33: “Come se un cavallo mi prendesse a calci!”

Nella sua forma essiccata, la fragranza dolce e piccante delle pepite Dos Si Dos ha ricordato a The Doc un impasto di biscotti appena mescolato, in cui era stato grattato un pizzico di buccia di lime e noce moscata – “è così delizioso, mandando il mio naso in estasi! ”, si entusiasmò. La resa di entrambe le piante è stata una vera combinazione di 167 grammi. Per testare il fumo Dos Si Dos 33, in un’eccitante anticipazione, The Doc ha preparato un grasso doobie con mezzo grammo di erba. Il tutto gli ha procurato un sapore così follemente dolce, solo leggermente piccante, che Dos Si Dos 33 gli sembrava un delizioso dolce. Sia che fosse dovuto al fatto che quel giorno avesse mangiato poco o che questa marijuana fosse semplicemente così dannatamente forte, o entrambe le cose, subito dopo il primo tiro, The Doc si sentì come “se un cavallo lo avesse preso a calci” – questi nuovo strain di Barney’s Farm si presentò come una poderosa campana che gli rimbombava in testa. Altri due tiri e il suo cuore cominciò a battere violentemente, non riuscendo più a stare fermo e saltando irrequieto dal suo divano. Una passeggiata nel bellissimo sole primaverile sembrava essere una grande cosa da fare ora … il verde rigoglioso sembrava ancora più lussureggiante e vibrante per lui, il cinguettio degli uccelli si trasformava in un chorus polifonico chiassoso e il senso della visione di The Doc sembrava altrettanto acuto come se avesse gli occhi da falco e potesse individuare ogni singolo coniglio, topo e terrapieno nell’ambiente. Quando è tornato a casa dopo circa 45 minuti e si è messo a suo agio, un profondo rilassamento (dominante indica) pervadeva il suo corpo e la sua mente e provocava una piacevole e calda sensazione di armonia ed equilibrio. Un incontro grandioso con questo stato d’animo è stato guardare la serie di documenti sulla natura di Netflix “Night on earth” con i suoi fantastici scatti di animali e natura.

Quando ha dichiarato il suo verdetto conclusivo, The Doc ha cantato un inno di lode: “Dos Si Dos 33 è una varietà assolutamente coraggiosa, che per molti aspetti mi ha completamente spazzato via: questo tipo di erba è tremendamente gelida, tremendamente dolce e tremendamente potente! E poi ha quel grande effetto a due fasi che ti fa iniziare prima super carico e poi super rilassato. Evviva! La processione trionfale di Barney’s Farm attraverso la mia grow room è proseguita in modo impressionante”.

Dati di coltivazione:

GeneticaDos Si Dos 33 (Dos Si Dos x Gelato #33)
Stato vegetaleQuattro settimane (dopo la germinazione)
Tempo di fioritura60 / 65 giorni in generale
MediumPlagron Grow Mix soil, 11 litre pots
pH6.2-6.6
EC1.2–1.8 mS
Lightup to 12 x SANlight S4W = 1680 watts
Temperatura19-28°C  
Umidità dell’aria40-60%
Irrigazioneby hand
FertilizzazioneOrganic Bloom Liquid from Green Buzz Liquids
Additivi/stimolantiLiving Organics, More Roots, Humin Säure Plus, Big Fruits, Fast Buds and Clean Fruits from Green Buzz Liquids
ToolsCleanLight Pro for mould prevention
Altezza104 and 110 cm
Pesotogether, 167 Gramm

Questo articolo contiene informazioni provenienti direttamente dall’azienda produttrice o fornitrice del prodotto o del servizio pubblicizzato. La redazione di Beleaf magazine e i suoi collaboratori non sono responsabili del contenuto e non vogliono in alcun modo incentivare e/o promuovere condotte vietate dalle attuali leggi vigenti. In italia la coltivazione di piante di cannabis con tenore di Thc superiore allo 0,6% è vietata. I contenuti sono da intendersi esclusivamente ai fini di una più completa informazione personale e di cultura generale

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.