spot_img

Ultimi articoli

― Advertisement ―

spot_img

Come proteggere le piante di cannabis dal calore

Articolo a cura di Buddha Seeds La coltivazione della cannabis è un'attività gratificante, ma il calore eccessivo può influire negativamente sulle piante. Con l’aiuto da...
HomeGrowersCome proteggere le piante di cannabis dal calore

Come proteggere le piante di cannabis dal calore

Articolo a cura di Buddha Seeds

La coltivazione della cannabis è un’attività gratificante, ma il calore eccessivo può influire negativamente sulle piante. Con l’aiuto da Buddha Seeds scoprirete come riconoscere lo stress da calore, le misure preventive e come aiutare le vostre piante a riprendersi se hanno sofferto di stress da calore.

Quali sono le temperature troppo alte per la fioritura?

Le piante di cannabis amano il calore durante la fioritura, ma solo fino a un certo punto. Il calore eccessivo può influire negativamente sulla crescita e sulla salute delle piante. Cercate di mantenere una temperatura di 18-26°C per far crescere felicemente le vostre piante.

Se vivete in una zona calda, potete usare una combinazione di ventilatori e aria condizionata per evitare che la temperatura superi questo limite.

Come riconoscere lo stress da caldo?

Uno dei principali sintomi dello stress da caldo è quando le punte delle foglie a ventaglio iniziano ad arricciarsi verso l’alto. Inoltre, appaiono secche e appassite. Inoltre, le foglie sviluppano macchie marroni di forma irregolare, soprattutto lungo i bordi delle dita.

Questi sintomi colpiscono soprattutto le foglie più vicine alla cima della chioma e lungo il perimetro della pianta, cioè le aree che ricevono la luce più diretta.

Come proteggere le piante dal calore in casa?

  1. Luci, telecamera, azione: se le vostre piante mostrano segni di stress da calore, controllate la coreografia delle luci: le foglie superiori stanno facendo un assolo jazz? Regolate la posizione delle luci e valutate la possibilità di passare alle luci a LED, che sono le star dello spettacolo: meno calore, più risparmio.
  2. L’aria condizionata, il vostro migliore amico: sì, sappiamo che è ovvio, ma non sottovalutate il potere dell’aria condizionata. Se coltivate in casa, controllate il microclima come un maestro zen.
  3. Ventilatori alla riscossa: posizionate i ventilatori nel vostro spazio di coltivazione come se fossero i vostri alleati estivi. Questi eroi semplici ed economici fanno muovere l’aria, creando una brezza fresca che fa danzare le foglie. Inoltre, rafforzano i fusti delle vostre piante, come se stessero dando loro un abbraccio rinfrescante.
  4. Sistema di aspirazione: il DJ dell’ambiente fresco: installate un sistema di aspirazione per far uscire l’aria calda dalla pista da ballo. Combinandolo con dei ventilatori, si ottiene una festa di rinnovamento dell’aria. Aggiungete anche un filtro a carboni attivi per evitare che il profumo delle piante diventi il DJ della discoteca.
  5. Funghi micorrizici: la rete sociale delle radici: questi funghi sono come gli influenzatori del mondo vegetale. Formano una relazione simbiotica con le vostre piante, estendendo la loro rete di radici come un abbraccio virtuale. In questo modo, le vostre piante saranno connesse, idratate e pronte ad affrontare lo stress da caldo e la siccità.
  6. Integratori e fertilizzanti per piante d’appartamento: le vostre piante sono un po’ bruciate? Date loro un’iniezione di estratto di alghe, come se steste offrendo loro un cocktail tropicale. Ricco di minerali e sostanze nutritive, darà loro quella spinta in più per resistere al caldo. E non dimenticate il silicio, che è come un personal trainer per le pareti cellulari.

Come proteggere le piante dal caldo all’aperto?

  1. La pacciamatura, la migliore amica delle piante: La pacciamatura è come una coperta accogliente per il terreno. Aiuta a trattenere l’umidità e protegge le radici dal caldo torrido. Potete utilizzare materiale organico come fieno, paglia o compost. Anche la pacciamatura viva, come il trifoglio o l’erba medica, è un’ottima opzione (anche se sì, avrà bisogno di un po’ più di acqua).
  2. Innaffiate al momento giusto: immaginate che le vostre piante facciano la loro festa dell’idratazione. Innaffiate quando il sole non è in modalità “super caldo” per evitare che le foglie si innervosiscano e si arriccino. Non eccitatevi troppo nell’annaffiare, non vogliamo che le radici si sentano inzuppate!
  3. I vasi portatili sono una soluzione straordinaria: sapevate che i vasi grandi sono come borse da viaggio per le vostre piante? Potete spostarli quando il sole diventa troppo intenso. In questo modo le piante possono godere del sole senza bruciarsi i fusti.
  4. Evitare lo stress extra: Anche le piante hanno i loro giorni difficili. Durante le ondate di calore, evitate il trapianto o le tecniche ad alto stress come la supercrocificazione. Lasciate che si rilassino e si adattino alla loro nuova casa.
  5. Integratori e fertilizzanti per piante da esterno: come le vitamine, le piante possono trarre beneficio dagli estratti di alghe. Seguite le istruzioni del produttore per dare loro una maggiore resistenza al calore: le vostre piante vi ringrazieranno con gemme e foglie felici!

Le piante possono riprendersi dallo stress da caldo?

Sì, le piante possono riprendersi dallo stress da caldo se si adottano misure rapide per alleviare la situazione. Regolate le condizioni ambientali e fornite le giuste cure per aiutare le vostre piante a riprendersi e a prosperare.

Proteggere le piante di cannabis dal caldo è essenziale per ottenere un raccolto sano e abbondante. Ricordate di mantenere un equilibrio tra temperatura, ventilazione e irrigazione.

Osservate attentamente le vostre piante e agite rapidamente se notate segni di stress da caldo. Con questi consigli, le vostre piante si avvieranno verso cime resistenti e saporite.


Questo articolo contiene informazioni provenienti direttamente dall’azienda produttrice o fornitrice del prodotto o del servizio pubblicizzato. La redazione di BeLeaf magazine e i suoi collaboratori non sono responsabili del contenuto e non vogliono in alcun modo incentivare e/o promuovere condotte vietate dalle attuali leggi vigenti. In Italia la coltivazione di piante di cannabis con tenore di thc superiore allo 0,6% è vietata. I contenuti sono da intendersi esclusivamente ai fini di una più completa informazione personale e di cultura generale

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img