In aeroporto a Chicago arrivano i box salva-cannabis

La nuova era della cannabis legale nello Stato dell’Illinois (l’undicesimo negli Stati Uniti a liberalizzare l’uso ricreativo) significa anche che i passeggeri che attraverseranno gli aeroporti di Chicago non dovranno più preoccuparsi di possedere le quantità consentite.

Ma se per qualche motivo, il passeggero in questione decidesse di non voler portare con sé la marijuana, allora può stare comunque tranquillo.

Le autorità locali hanno infatti ufficializzato l’istallazione, presso l’aeroporto internazionale O’Hare e il Midway Airport, di appositi “cannabis amnesty boxes”, dove potranno lasciare, in tutta tranquillità, i loro prodotti alla cannabis prima dell’imbarco.

“Non stiamo in alcun modo incoraggiando le persone a portare con sé cannabis in aeroporto”, spiega la portavoce del dipartimento di polizia di Chicago Maggie Huynh, citata dal Chicago Tribune. “Ma se per qualche motivo non vuoi viaggiare con la cannabis, la puoi smaltire negli appositi spazi”.

La nuova legge dell’Illinois, entrata in vigore il primo gennaio 2020, consente agli adulti di età pari o superiore ai 21 anni di acquistare e possedere fino ad un’oncia di marijuana (poco più di 28 grammi). La legge firmata dal governatore J.B. Pritzker, tra le altre cose, porterà anche alla grazia di oltre 100.000 persone precedentemente condannate per reati di marijuana di basso livello e non violenti.

L’Illinois è l’undicesimo Stato americano a legalizzare la marijuana ricreativa.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.