Arrivano le cucce ad energia solare: serviranno a riscaldare i cani randagi

Prendersi cura degli animali vuol dire anche fornirgli una cuccia dove passare la notte al caldo. Se i nostri amici a 4 zampe sono iper coccolati e spesso viziati, molti cani randagi non hanno la stessa fortuna e vivono al freddo e al gelo. A loro ci pensano in pochi ma due amici adolescenti hanno inventato una super cuccia che, praticamente a costo zero, li potrà aiutare.

Due studenti del liceo artistico di Ahmet Yakupoğlu, nella provincia di Kütahya, nella Turchia occidentale,  hanno infatti avuto l’idea dopo aver visto i cani che vivono nel loro cortile di casa affrontare condizioni climatiche sfavorevoli. Così i due hanno deciso di mettere in moto il loro cervello e, dopo aver ricevuto il sostegno dal loro insegnante di biologia, hanno sviluppato delle cucce che raccolgono l’energia solare e la immagazzinano in una batteria che trasferisce l’energia in un tappetino sul pavimento della cuccia per tenere gli animali al caldo in qualsiasi condizione.

L’insegnante responsabile del progetto, ha detto all’Anadolu Agency (AA) che gli studenti inizialmente avevano pensato di utilizzare energia elettrica della città, ma poi hanno deciso di realizzare un progetto che avesse anche un aspetto ecologico: così è nato il progetto e hanno raccolto i materiali necessari spendendo in totale circa 100 lire turche (circa 17 euro).

Il progetto è stato presentato alla Bursa Regional Exhibition nell’ambito del cinquantesimo concorso di ricerca per studenti delle scuole superiori e i due puntano al primo posto nella sezione “Valori educativi”.

Non è il primo progetto sostenibile per cani

Il progetto è stato presentato alla Bursa Regional Exhibition nell’ambito del cinquantesimo concorso di ricerca per studenti delle scuole superiori e Oğuz Özgür e Ahmet Ercan Kaya puntano al primo posto nella sezione “Valori educativi”. Ma per il loro professore loro hanno già vinto, non solo per l’ingegno dimostrato, ma per la sensibilità dimostrata verso gli animali randagi.Già negli anni passati, alcuni studi di architettura avevano pensato a cucce sostenibili per animali, ma nessuna aveva il prezzo di realizzazione così basso. Un esempio? Lo studio di architettura Schicketanz aveva progettato una abitazione sostenibile realizzata con materiali naturali seguendo i principi del “paesaggio, architettura e interior design con un’enfasi focalizzata sulla vivibilità”.

Tra le caratteristiche che rendono questa dog house davvero innovativa e unica al mondo è il suo tappeto verde presente sul tetto dove il cane può salire e rilassasti, insieme ad un rubinetto che non solo lo disseta ma irriga lo stesso “prato” domestico, riducendo lo spreco di acqua. In più è presente una ventola a energia solare che riscalda e raffredda l’ambiente garantendo quindi il confort del cane per non farlo soffrire in inverno o con il caldo torrido; uno scarico dietro la parete frontale invece facilita la pulizia dell’ambiente interno. Ci sono delle finestre, proprio come in una casa vera, e in più una tasca per riporre cibo, accessori e giocattoli del proprio animale.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.