Tre varietà Critical e una genetica Kush di CBD puro, gli ultimi lanci di Dinafem e THCbd

Il joint venture tra la banca di semi Dinafem Seeds e l’azienda italiana di cannabis arriva per conferire sapori e aromi alle cime di CBD puro disponibili in Italia. Così, si potranno gustare fiori densi, stretti e profumati come quelli della leggendaria Critical + di Dinafem Seeds legalmente e senza subire alcuna psicoattività.

Dopo un lungo processo di breeding eseguito dai breeder e dalla squadra tecnica di Dinafem Seeds, i terpeni tanto speciali delle genetiche Critical sono finalmente stati fissati nel lignaggio CBD, noto tra l’altro per il suo contenuto di THC inferiore allo 0,5%. La coltivazione di queste tre nuove varietà è stata realizzata nelle serre di Padova dell’azienda italiana THCbd, partner di Dinafem Seeds che aveva precedentemente coltivato e commercializzato la Dinamed Kush e che adesso include pure queste tre nuove genetiche nel suo catalogo di cannabis light.

In collaborazione con THCbd, Dinafem Seeds coltiva in Italia piante di CBD puro destinate alla commercializzazione di cime ad alto contenuto di cannabidiolo. Nel 2019, Dinafem Seeds inizia una collaborazione con l’azienda italiana THCbd, attraverso la quale la banca di semi mette a disposizione del produttore italiano genetiche che rispettano i limiti di cannabinoidi previsti dalla legge in Italia, definendo anche le strategie di coltivazione più adatte all’ottenimento di un raccolto di qualità.

La coltivazione delle varietà è stata realizzata in condizioni alquanto originali: nelle serre di THCbd che si trovano nell’Italia settentrionale, a Padova. La regione è nota per le Terme Euganee e per le sue acque termali che servono a riscaldare le serre di THCbd.

Così, attraverso la combinazione di luce naturale e artificiale con la giusta temperatura per la corretta crescita e fioritura delle piante, ottenuta attraverso tubature che distribuiscono le acque termali della zona, a THCbd ottimizzano le risorse naturali dell’ambiente per creare le condizioni ottimali per lo sviluppo delle piante.

Sebbene la coltivazione e la commercializzazione delle genetiche sia stata affidata a THCbd, le procedure di lavoro volte a garantire la qualità del raccolto sono state stabilite da Dinafem Seeds. Infatti, diversi membri del team tecnico della banca di semi si sono recati nella struttura di Padova per definire gli standard di produzione della cannabis e hanno offerto consulenza sulle tecniche di coltivazione da utilizzare per garantire la qualità delle cime prodotte.

Parallelamente, nel laboratorio di Dinafem Seeds sono stati analizzati campioni significativi ricavati dalle coltivazioni nel corso del processo al fine di garantire che il loro contenuto di cannabinoidi e terpeni fosse quello desiderato. Una tale analisi è infatti l’unico modo per assicurarsi che i fiori che inizieranno a essere commercializzati rispettano i requisiti previsti dalla legislazione italiana, e anche che le loro proprietà aromatiche sono in grado di soddisfare sia gli utenti medicinali, sia quelli che ne fanno un uso ricreativo.

Critical Plus

Le cime della Critical + commercializzata da THCbd Italia assomigliano così tanto a quelle della classica Critical + di Dinafem Seeds che si fa veramente fatica a distinguerle. Tutte e due le piante, l’originale o la pure CBD, presentano lo stesso vigore, la stessa crescita e gli stessi sentori. Chiaramente nel caso dei fiori della Critical + di THCbd non ci sono effetti psicoattivi mentre la Critical + disponibile sul sito di Dinafem Seeds ti fa veramente sballare. La versione di CBD puro, proprio come quella originale, produce fiori stretti e compatti che fanno la gioia di ogni coltivatore. Infatti, la versione CBD ha ereditato la carnosità di sua madre.

L’aspetto più significativo è che l’aroma che tre decenni fa ha fatto impazzire i consumatori di tutto il mondo è rimasto intatto. Pure nelle cime coltivate a Padova si trovano il sapore e l’aroma della Skunk originale. Nell’avvicinarsi ai fiori dell’azienda italiana, si sente subito la fragranza indica forte e penetrante che tutti conosciamo.

Nel profilo terpenico di questa varietà prevalgono il pinene, nei suoi due isomeri (α-pinene e β-pinene),  e il mircene. Oltre all’aroma, che come detto prima si tratta della classica fragranza Skunk, questi principi attivi conferiscono alle cime di Critical + proprietà rilassanti e antinfiammatorie.

Critical Kush

Le cime di Critical Kush conservano l’aspetto della genetica Critical +, con dei fiori densi e carnosi, e l’odore dei ceppi Kush. I fiori di cannabidiolo coltivati da THCbd derivano dall’incrocio tra due linee di CBD puro: Dinamed Kush x Critical +. È strano perché odora di Kush ma, nel guardarla, non si può fare a meno di notare che i fiori non sono Kush, bensì un bel grappolo di cime in stile tipicamente Critical. Sebbene gli aromi di entrambe le varietà siano estremamente diverse, il risultato non è una miscela di sentori Skunk e Kush. La fragranza è chiaramente Kush.

Infatti, le analisi dei terpeni effettuate con il gascromatografo nel lab di Dinafem Seeds hanno confermato ciò che il naso intravedeva. I risultati della Critical Kush erano molto simili a quelli della varietà Dinamed Kush: beta-cariofillene e limonene in concentrazioni elevate perfettamente combinate con altri terpeni quali l’α-humulene e il β-mircene.

Sour Orange

Questi fiori sono davvero speciali in quanto, pur derivando da una linea Critical, Sour Orange possiede un profilo terpenico del tutto diverso. I bud offrono sentori fruttati con forti tocchi di arancia agrodolce e uva rossa matura.

Nel coltivarla, sono venuti fuori i suoi tratti più Critical: velocità, vigore e aspetto praticamente identico alla Critical +. Ma l’aroma non ha niente a che vedere con quello delle sue compagne di stanza. Si tratta di un profumo di gran lunga più fruttato che non corrisponde agli enormi cumuli di cime compatte in stile Skunk che si formano. E che dire riguardo ai suoi colori? Pure questi sono spettacolari. I fiori si riempono di una tale quantità di pistilli che sembrano del tutto arancioni. Basta aprire un barattolo contenente un po’ di Sour Orange di THCbd per verificarlo.

Dinamed Kush

Dinamed Kush è stata la prima varietà di CBD puro al mondo con aromi e sapori di Kush, proprio come se fosse un ceppo di THC. I bud di questa genetica presentano una forte concentrazione di beta-cariofillene e limonene perfettamente combinati con altri terpeni quali il linalolo e beta-mircene. Una combinazione di terpeni straordinaria che gli conferisce quel sapore di Kush così intenso e complesso.

THCbd Italia coltiva cime arrotondate a forma di palline da golf con un peso superiore a quello abituale. La loro densità è davvero notevole: fiori con calici grandi e tendenti al crowning, espressione comune negli Stati Uniti per descrivere i calici singoli che spuntano a volte sulla parte superiore delle cime quando queste sono già completamente formate. E, siccome le cime di questa genetica sono molto tonde e visibilmente piatte nella parte superiore, quando questa si riempie di grandi calici singoli, sembra come se i fiori fossero stati incoronati, da qui il nome crowning o incoronamento.


Questo articolo contiene informazioni provenienti direttamente dall’azienda produttrice o fornitrice del prodotto o del servizio pubblicizzato. La redazione di Beleaf magazine e i suoi collaboratori non sono responsabili del contenuto e non vogliono in alcun modo incentivare e/o promuovere condotte vietate dalle attuali leggi vigenti. In italia la coltivazione di piante di cannabis con tenore di Thc superiore allo 0,6% è vietata. I contenuti sono da intendersi esclusivamente ai fini di una più completa informazione personale e di cultura generale


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.