Quali caratteristiche ha un grower? Parte uno studio internazionale per scoprirlo

Chi sono i coltivatori di cannabis in Italia? Quali sono le loro esperienze con la pianta?

Sono queste le domande a cui vuole rispondere uno studio, il primo nel suo genere in Italia, condotto all’interno del Global Cannabis Cultivation Research Consortium (GCCRC), una rete internazionale di ricercatori interessati allo studio della coltivazione casalinga di cannabis.

L’obiettivo è quello di fornire un ritratto fedele dei ‘growers’ Italiani, elemento utilissimo anche per informare il legislatore e l’opinione pubblica su questo fenomeno, finalmente in modo imparziale e scevro da pregiudizi.

Come funziona?

Si tratta di un questionario rivolto a tutti i maggiorenni che abbiano coltivato almeno una pianta di cannabis e viene compilato in forma totalmente anonima. Oltre all’esperienza con la pianta, il questionario analizza aspetti legati ai metodi di giardinaggio ed essiccazione, alle varietà preferite per capire le motivazioni che portano a coltivare questa pianta. Sarà anche possibile esprimere la propria opinione sulle riforme necessarie per regolamentare la coltivazione domestica di cannabis. Per esempio, i risultati permetteranno di capire quali sono le tipologie di informazioni che i coltivatori sono disposti a condividere per avere il permesso di coltivare la cannabis a casa. Ci sono infine delle domande rispetto all’impatto del COVID-19 sull’attività di coltivazione di cannabis.

Già nel 2013 erano stati raccolti dati simili in 11 paesi ma lo studio attuale farà ancora di più, coprendo 18 paesi da tre continenti diversi.

Il questionario sarà on line per la compilazione sino a Dicembre e i risultati saranno analizzati e resi pubblici attraverso articoli scientifici, oltre che sui media nazionali ed internazionali.

Il questionario si può compilare, in forma del tutto anonima, a questo link.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*