La Ministra Dadone assicura: la Conferenza nazionale sulle droghe si farà

Arriva la risposta del governo alla lettera che l’Associazione Luca Coscioni e Forum Droghe, qualche giorno fa, avevano inviato a nome delle oltre 400 persone che hanno digiunato per la cannabis. A rispondere è stata la Ministra Fabiana Dadone, che poco ha ricevuto la delega per le politiche in materia di droghe. Una risposta inviata il 31 marzo, ma resa nota soltanto oggi 2 aprile da Fuoriluogo.it.

Dadone ha sottolineato il suo impegno per convocare, quanto prima, compatibilmente con l’emergenza sanitaria, la Conferenza Nazionale sulle droghe, rispondendo a una delle richieste contenute nella missiva. Riportiamo qui il testo della lettera inviata il 15 marzo al presidente del Consiglio Mario Draghi dove si chiedeva la convocazione della Conferenza nazionale sulle droghe, come previsto dall’articolo 15 del Testo Unico sugli stupefacenti. Una conferenza quanto mai opportuna per avviare la valutazione delle politiche più adeguate e tutelare i pazienti come Walter De Benedetto, che da troppo tempo soffre a causa dell’artrite reumatoide e che si è trovato costretto a combattere una battaglia legale per ottenere terapie a base di cannabis. L’ultima volta che si è tenuta la Conferenza, lo ricordiamo, risale ormai al 2009.

Soddisfatti i primi due firmatari della lettera, Marco Perduca dell’Associazione Luca Coscioni e Leonardo Fiorentini di Forum Droghe e direttore di Fuoriluogo: “Ringraziamo la Ministra Dadone per la sua pronta risposta” hanno dichiarato, segnalando la necessità di “di coinvolgere anche malati, persone che usano sostanze e le associazioni della società civile nella preparazione della Conferenza”. Fiorentini e Perduca ne parleranno in maniera più dettagliata nel livestreaming previsto per oggi pomeriggio alle ore 18 e che BeLeaf trasmetterà sul suo canale Facebook. Sarà un aggiornamento sulla situazione in Italia e un commento sulle recenti leggi di New York e New Mexico che hanno legalizzato la cannabis. Lo faranno insieme a Bernardo Parrella dagli USA e i digiunatori per la cannabis.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*