spot_img

Ultimi articoli

― Advertisement ―

spot_img

Ufficializzato il simbolo della cannabis legale “made in Morocco”

Le autorità marocchine hanno ufficializzato il simbolo che sarà utilizzato per identificare i prodotti legali derivati dalla lavorazione della cannabis "made in Morocco". Secondo...
HomeMedicalCbd e Epilessia: funziona davvero?

Cbd e Epilessia: funziona davvero?

Uno studio condotto a gennaio 2024 ha evidenziato che i benefici del CBD per donare sollievo dall’epilessia sono concreti.

Cinquantatré (38,1%) pazienti  hanno avuto effetti positivi tra i quali:

  • soggetti più vigili
  • miglioramento nel linguaggio
  • raggiungimento di nuovi traguardi di sviluppo medico
  • riduzione delle crisi >50%

 Il CBD quindi è ben tollerato ed efficace nel ridurre la frequenza delle convulsioni nei bambini e nei giovani adulti.

Secondo lo studio di Tzadok, Michal et al. dal titolo “Real-Life Experience With Purified Cannabidiol Treatment for Refractory Epilepsy: A Multicenter Retrospective Study”, l’epilessia resistente ai farmaci (DRE) influisce sullo sviluppo e sulla qualità della vita di bambini e giovani adulti. Lo studio analizza l’efficacia e la sicurezza del CBD purificato in questa popolazione.

Quale metodo è stato utilizzato? L’analisi retrospettiva delle cartelle cliniche di 139 bambini e giovani adulti (54,7% donne, età media 12,0 anni) con DRE trattati con CBD purificato dal 2018 al 2022 in cinque centri medici in Israele.

La diagnosi più comune è stata la sindrome di Lennox-Gastaut (37,4%) seguita dalla sindrome di Dravet (16,5%) e dal complesso della sclerosi tuberosa (16,5%). La dose mediana di CBD purificato era di 12,5 mg/kg (intervallo da 2,5 a 20,0) e la durata mediana del trattamento era di 9,0 mesi (intervallo da 0,5 a 48,0). La maggior parte dei pazienti (92,2%) ha avuto una frequenza di crisi ridotta dopo l’inizio del trattamento. Il 41,1% ha avuto una riduzione >50%. Cinquantatre pazienti (38,1%) hanno avuto effetti positivi: miglioramento dell’attenzione (31,7%), miglioramento del linguaggio (10,1%) e raggiungimento di nuovi traguardi dello sviluppo (2,2%). Un modello lineare multivariato che valuta i fattori predittivi per la riduzione delle crisi ha dimostrato che i pazienti precedentemente trattati con oli di CBD, in particolare quelli con una riduzione delle crisi >50% durante il trattamento precedente, avevano anche maggiori probabilità di avere una frequenza di crisi ridotta mentre erano trattati con CBD purificato (P = 0,01, P < 0,0001). Lo sviluppo, la diagnosi, l’età, la dose di CBD purificato (da 0 a 10 mg/kg/die contro 10-20 mg/kg/die) e il trattamento concomitante con clobazam, acido valproico o everolimus non hanno influenzato la riduzione delle crisi con CBD purificato. Gli eventi avversi più comuni sono stati irritabilità (20,9%) e sonnolenza (12,9%).

Insomma il CBD purificato è ben tollerato ed efficace nel ridurre la frequenza delle crisi epilettiche nei bambini e nei giovani adulti affetti da DRE.

 

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img