spot_img

Ultimi articoli

― Advertisement ―

spot_img

Cannabis legale, in Svizzera è partita la raccolta firme

A Berna è stata avviata la raccolta firme per l'iniziativa popolare "Legalizzazione della cannabis: un’opportunità per l’economia, la salute e l’uguaglianza", dopo il via...
HomeCannabisQuali benefici ha avuto la legalizzazione della cannabis? Il caso della California

Quali benefici ha avuto la legalizzazione della cannabis? Il caso della California

Il primo gennaio 2018 la California è diventato l’ottavo Stato americano (il più popoloso) pioniere nella legalizzazione della cannabis per uso ricreativo. Questa mossa ha avuto l’obiettivo di regolamentare un mercato esistente, generare entrate fiscali significative, ridurre la criminalità legata al mercato nero e modificare l’approccio alla cannabis nella società. A diversi anni di distanza, i risultati non sono univoci, ma indicativi di cambiamenti significativi in vari settori.

Per capire meglio di cosa parliamo facciamo un quadro d’insieme. La legge californiana stabilisce che le persone con più di 21 anni possono possedere fino a un’oncia di marijuana, circa 28 grammi, e coltivare fino a sei piante nella loro casa. La vendita, la coltivazione e la lavorazione della marijuana sono concesse dallo stato californiano attraverso delle licenze emesse da tre diverse agenzie statali.

Non c’è un limite alle licenze, che durano dai 120 giorni a un anno; tra i requisiti richiesti è necessario che il rivenditore si trovi ad almeno 180 metri di distanza da una scuola. La legge permette alle autorità locali di imporre una tassazione sulla marijuana e i suoi prodotti, che in alcune zone è stata fissata anche al 45 per cento del prezzo finale.

Aumento problematico dei consumatori? No.

La legalizzazione della cannabis ha naturalmente influenzato i pattern di consumo tra la popolazione della California. Studi iniziali hanno suggerito un leggero aumento del consumo tra gli adulti, attribuibile alla rimozione dello stigma e alla facilità di accesso. Un’indagine del 2019 condotta dalla California Behavioral Health Surveillance System indicava un aumento nel consumo di cannabis negli adulti dai 18 anni in su. Tuttavia, questo aumento non si è tradotto in un’escalation di uso problematico, grazie anche a campagne di sensibilizzazione e prevenzione efficaci.

Benefici economici per lo Stato? Sì.

Uno degli aspetti più evidenti della legalizzazione è stato l’impatto economico. La cannabis legalizzata ha generato entrate significative attraverso le imposte sulle vendite, contribuendo al finanziamento di servizi pubblici, istruzione, e programmi di prevenzione della droga. Sebbene le entrate abbiano inizialmente mancato alcune stime ottimistiche, hanno comunque fornito uno stimolo finanziario apprezzabile. Secondo il California Department of Tax and Fee Administration, le entrate fiscali dalla cannabis hanno superato il miliardo di dollari. Questi fondi sono stati destinati a vari programmi di educazione, prevenzione dell’uso di sostanze, e miglioramento delle forze dell’ordine.

Calo del mercato nero? Sì.

La transizione da un mercato nero a uno legale e regolamentato è stata più complessa del previsto. Nonostante la legalizzazione, il mercato nero persiste, in parte a causa delle elevate tasse che rendono i prodotti legali più costosi e in parte per la lenta implementazione di licenze per i venditori. Tuttavia, vi è stata una graduale erosione del mercato illegale, con un aumento delle operazioni di contrasto e un numero crescente di consumatori che preferiscono la sicurezza dei prodotti regolamentati.

Meno carico sul sistema giudiziario? Sì.

L’impatto sulla criminalità è stato variegato. Secondo il Department of Justice della California, gli arresti per reati legati alla cannabis sono diminuiti drasticamente dopo la legalizzazione, ma la legalizzazione ha portato anche a nuove sfide, come l’aumento dei casi di guida sotto l’effetto di sostanze e il furto di coltivazioni legali. Tuttavia, complessivamente, la legalizzazione ha contribuito a ridurre il carico sul sistema giudiziario relativo ai reati minori legati alla cannabis.

Altri impatti tra ricerca e riforme

La legalizzazione ha anche portato ad alcuni effetti sociali e sanitari interessanti, come l’aumento della ricerca sulla cannabis e i suoi potenziali benefici terapeutici. Inoltre, ha stimolato discussioni più ampie sulla riforma della giustizia penale e sulla fine della guerra alle droghe, ponendo le basi per un approccio più umano e basato sulle evidenze nel trattamento dell’uso di sostanze.

Insomma, la legalizzazione della cannabis in California ha offerto uno spaccato illuminante sui complessi effetti che una tale politica può avere su società, economia e sistema giuridico. Mentre non tutti gli obiettivi sono stati pienamente raggiunti, i progressi compiuti offrono lezioni preziose per altri Stati e Paesi che considerano percorsi simili. I lavori verso una regolamentazione efficace sono ancora in corso, ma il percorso è tracciato.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img