spot_img

Ultimi articoli

― Advertisement ―

spot_img

Blueberry Bubblegum Autofiorente: il giusto mix tra euforia e equilibrio

Sensi Seeds Blueberry Bubblegum Autofiorente è stata sviluppata per il programma Breeding Grounds incrociando la Gelato #420 con la Sunset Sherbet per creare una cultivar...
HomeGrowersBlueberry Bubblegum Autofiorente: il giusto mix tra euforia e equilibrio

Blueberry Bubblegum Autofiorente: il giusto mix tra euforia e equilibrio

Sensi Seeds

Blueberry Bubblegum Autofiorente è stata sviluppata per il programma Breeding Grounds incrociando la Gelato #420 con la Sunset Sherbet per creare una cultivar 80% indica / 20% sativa. Le sue qualità sono ottime: un aroma gradevole, rese elevate ed effetti euforici amplificati grazie alla Gelato #420, ma resi equilibrati grazie alla stabilità della Sunset Sherbet. In fioritura può sviluppare splendide sfumature viola. È una pianta compatta, con breve periodo di fioritura, coltivabile sia all’interno che all’esterno in regioni temperate/continentali.

All’interno si sono registrate rese di circa 250-300 g/m², mentre all’esterno si possono superare i 600 g/pianta. Il suo profilo terpenico è decisamente dolce: ricorda le gomme da masticare, con intense note fruttate di mirtilli freschi e agrumi. L’effetto è altrettanto impressionante: un’euforia corporea rilassa il corpo e stimola creatività, felicità e chiarezza mentale.

Fase vegetativa

Nel nostro test di coltivazione abbiamo fatto germinare alcuni semi di Blueberry Bubblegum Femminizzata tra due tovaglioli di carta umidi, a loro volta chiusi fra due piatti di ceramica. Per tutta la durata della fase vegetativa abbiamo impostato il nostro programma di illuminazione su 18 ore di luce e 6 di buio. Allo spuntare dei fittoni bianchi, che si estendevano per circa 3 mm dai semi dischiusi, abbiamo trapiantato le piantine in un vaso da 1 litro pieno di terriccio BAC Lava Mix. Nel giro di una settimana, le piantine avevano raggiunto 6 cm di altezza, con la prima serie di foglie già visibili.

Per tutta la seconda settimana abbiamo esposto le nuove piante al periodo di luce più lungo, utilizzando una lampada Green Power Phillips da 1000W. La nostra Blueberry Bubblegum ha continuato a crescere: quando il fusto ha raggiunto i 16 cm, abbiamo aumentato il volume dell’acqua a 200 ml e la conduttività elettrica (CE) a 1,4. Alla fine della settimana, abbiamo spostato la gli esemplari in vasi da 8 litri, per consentire l’ulteriore espansione del loro apparato radicale. Per far sì che i teneri fusti della nostra pianta crescessero forti, abbiamo mantenuto un flusso d’aria costante intorno allo stelo principale.

Fioritura 

La nostra Blueberry Bubblegum ha prosperato per tutta la quarta settimana, diventando ogni giorno più rigogliosa. La caratteristica straordinaria di queste autofiorenti femminizzate è la loro capacità di cominciare a fiorire in modo indipendente dalla luce. Per passare alla fase di fioritura, abbiamo impostato un ciclo luminoso 12/12 (12 ore di luce e 12 di buio), alimentato le piante con Bio Bloom e aumentato il volume dell’acqua a 800 ml con EC pari 1,7 mS. Con questi valori le piante abbiamo ottenuto dei risultati straordinari: sviluppo rigoglioso, aroma più intenso e crescita precoce degli stigmi.

Tre settimane dopo, alla settima settimana, la maggior parte dell’energia della fotosintesi è stata concentrata nel processo di fioritura; abbiamo diminuito l’umidità al 60%, per evitare potenziali problemi di muffa. Sempre annaffiando con nutrienti diluiti, abbiamo somministrato alle piante 1500 ml di prodotto con pH pari a 6, mantenendo un EC di 1,8 mS. Nell’area di coltivazione era percepibile un leggero odore e le cime continuavano a svilupparsi con stigmi lunghi di colore chiaro, che si estendevano ben oltre la lunghezza infiorescenze. Abbiamo osservato negli esemplari un ulteriore scatto di crescita, fino a raggiungere un’altezza di 84 cm.

Alla dodicesima settimana, gli esemplari avevano raggiunto un’altezza di 120 cm. Abbiamo quindi ritenuto opportuno procedere al raccolto! La Blueberry Bubblegum presentava fiori di grandi dimensioni, coperti da uno strato viscoso di resina, che le conferiva un aspetto denso e compatto. In fase di fioritura sono spuntati pistilli di color arancione vivace e sono apparse alcune sfumature di tonalità viola, creando così un contrasto visivo sorprendente, qua e là, fra i numerosi tricomi.

Dopo aver monitorato attentamente i tricomi e aver appurato che rispondevano ai nostri criteri desiderati, abbiamo deciso di recidere la nostra Blueberry Bubblegum, che, come si è detto, aveva raggiunto un’altezza finale di 120 cm. La decisione è stata frutto di un approccio meticoloso di valutazione del grado di maturazione e dell’altezza ideale della pianta per il raccolto. Alla fine della dodicesima settimana, abbiamo tagliato delicatamente gli esemplari, assicurandoci che fossero nel pieno della loro maturità.

Raccolto

La Blueberry Bubblegum ha iniziato a sprigionare note floreali pungenti nelle ultime settimane di fioritura. Tuttavia, dopo la stagionatura, l’aroma ha assunto sentori dolci, degni del nome che porta la varietà “gomma da masticare al mirtillo”, completato da un fondo pungente in cui si distinguevano sottili note di pino. Il caratteristico profilo terpenico evidenzia ricche note agrumate, completate da toni erbacei e pepati. Inoltre, un sottile accenno al diesel aggiunge profondità all’esperienza aromatica complessiva.

Questa varietà è una scelta eccellente per i principianti o, comunque, per chi desidera una varietà a resa elevata senza aggiungere ulteriore stress alla propria routine quotidiana. Il risultato è una pianta resistente con cime apicali impressionanti e dense. Nel nostro caso i fiori della Blueberry Bubblegum sono maturati in fase di stagionatura, rivelando un aroma perfettamente in linea con il suo profilo gustativo. Vaporizzata, questa varietà rivela sapori distinti di agrumi, diesel e pepe, accompagnati da un intenso sottofondo gassoso.

I cannabicoltori di tutti i livelli possono godere del delizioso effetto corporeo che la Blueberry Bubblegum offre. Un profondo senso di distensione si diffonde in tutto il corpo e lo risolleva da ogni stanchezza. Lo stato di rilassamento corporeo si fonde, senza soluzione di continuità, con uno stato mentale particolarmente ispirato e creativo. Per tutte queste qualità vale davvero la pena coltivarla! Con un tenore di THC rilevato del 24,6% saranno pienamente appagati anche i connaisseur di cannabis più esigenti.

Dati di coltivazione:

Genetica Sunset Sherbert x Gelato #41
Fase vegetativa 21 giorni
Fase di fioritura 63 giorni
Sostrato BAC Lava Mix (vasi da 5 litri)
PH 6.2 – 6
EC 0.8 – 1,8 mS
Illuminazione 1000W Green Power HPS
Umidità 65% – 56%
Temperatura 23°C di giorno / 21°C di notte
Irrigazione Manuale
Fertilizzanti Bio Grow, Bio Bloom
Altezza 120 cm

 


Questo articolo contiene informazioni provenienti direttamente dall’azienda produttrice o fornitrice del prodotto o del servizio pubblicizzato. La redazione di BeLeaf magazine e i suoi collaboratori non sono responsabili del contenuto e non vogliono in alcun modo incentivare e/o promuovere condotte vietate dalle attuali leggi vigenti. In Italia la coltivazione di piante di cannabis con tenore di thc superiore allo 0,6% è vietata. I contenuti sono da intendersi esclusivamente ai fini di una più completa informazione personale e di cultura generale

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img