spot_img

Ultimi articoli

― Advertisement ―

spot_img

Australia, una nuova era per la cannabis?

Mentre l'Australia si avvicina alla presentazione del rapporto della Commissione per la Legislazione sugli Affari Legali e Costituzionali riguardo la legalizzazione della cannabis, emergono...
HomeCannabisAustralia, una nuova era per la cannabis?

Australia, una nuova era per la cannabis?

Mentre l’Australia si avvicina alla presentazione del rapporto della Commissione per la Legislazione sugli Affari Legali e Costituzionali riguardo la legalizzazione della cannabis, emergono questioni cruciali su efficienza, benefici economici e impatti sociali. L’obiettivo principale del disegno di legge è di reindirizzare i profitti lontano dalla criminalità organizzata, tutelare i minori e garantire la salute pubblica con normative severe su sicurezza e qualità del prodotto. Tali misure, se attuate correttamente, potrebbero rivoluzionare il modo in cui la cannabis è percepita e gestita a livello nazionale.

Secondo l’Ufficio parlamentare del bilancio australiano (PBO), la legalizzazione potrebbe generare un guadagno inaspettato di 28 miliardi di dollari nei primi dieci anni. Tuttavia, Jenny Williams e Christiern Rose, economisti riconosciuti, ritengono che una cifra più realistica sia intorno ai 13 miliardi di dollari, basandosi sui modelli attuali di consumo. Questa discrepanza solleva interrogativi sulla validità delle stime e sull’effettivo impatto economico della legalizzazione.

Misurare la dimensione di un mercato illegale presenta notevoli difficoltà. Le imprese criminali non presentano dichiarazioni dei redditi e le transazioni in contanti non lasciano tracce digitali. Tuttavia, approcci basati sia sulla domanda che sull’offerta possono offrire stime informative. Utilizzando dati da indagini come il National Drug Strategy Household Survey, è possibile calcolare la dimensione del mercato stimando il consumo annuo totale moltiplicando il numero di utenti per la quantità consumata.

Williams e Rose sottolineano come il consumo di cannabis varii significativamente tra utenti abituali e occasionali, il che richiede una stima separata per ciascun gruppo. Gli utenti abituali, che rappresentano una minoranza, consumano la maggior parte della cannabis. Per questo, un mercato legale deve attrarre questi utenti se si vuole ridurre significativamente il commercio illegale.

La sfida principale per un mercato legale è il prezzo. L’Ufficio parlamentare di bilancio ha ipotizzato un prezzo al dettaglio di 16,95 dollari al grammo, inclusa tassazione. Questo prezzo, seppur competitivo rispetto al mercato illegale, potrebbe non essere sufficientemente attrattivo per gli utenti abituali che tendono ad acquistare quantità maggiori a prezzi più bassi. Di conseguenza, Williams e Rose propongono un prezzo al dettaglio di 12 dollari al grammo per rendere il mercato legale più attraente.

La corretta implementazione di sistemi di tracciamento dalla semina alla vendita è fondamentale per garantire la competitività del mercato legale e per minimizzare le perdite verso il mercato nero. Solo con un prezzo adeguato e controlli efficaci si può sperare che la legalizzazione contribuisca in modo sostanziale alle casse statali e al contempo combatta efficacemente la criminalità organizzata.

In conclusione, mentre l’Australia si avvicina a un possibile cambiamento storico nella gestione della cannabis, è essenziale che i legislatori considerino attentamente le implicazioni economiche e sociali. Le stime di Williams e Rose offrono una prospettiva critica e realistica che potrebbe guidare il paese verso una politica più efficace e giusta.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img