Le ricette di Gianlupo: Backed potatoes al pesto di rucola e canapa

Le baked potatoes sono una ricetta tipica della tradizione anglosassone da portare anche sulle nostre tavole per un’alternativa golosa.

Le patate sono fonte di vitamine e minerali, note principalmente per l’alto contenuto di carboidrati presenti principalmente sotto forma di amidi. Si ritiene che questi amidi abbiano effetti fisiologici pari a quelli delle fibre alimentari. Preparate ormai in tutto il mondo, le varianti delle backed potatoes cambiano di paese in paese e la fantasia in questo caso può aiutare a sorprendere i nostri commensali con varianti molto personali. Vediamo come prepararle con l’aggiunta di elementi provenienti dalla nostra pianta preferita, la canapa!

Ingredienti per 4 persone:

4 patate grandi

Per il pesto:

50 gr di rucola

15 gr di semi di canapa

100 gr di Parmigiano Reggiano

100 ml di olio extravergine di oliva ligure

Un pizzico di sale marino grosso

Lavate e spazzolate le patate accuratamente senza sbucciarle. Avvolgetele nella carta stagnola e infornatele a 180°C per circa 45-60 minuti. Prima di toglierle dal forno, controllate con uno stuzzicadenti che l’interno sia ben morbido.

Preparate il pesto frullando la rucola, i semi di canapa, il parmigiano, l’olio EVO e il sale con un frullatore o un minipimer facendo attenzione a non far ossidare il composto surriscaldolo troppo. Una volta pronte le patate, lasciatele intiepidire, tagliatele a metà e scavatele leggermente all’interno. Schiacciate una parte della loro polpa e mescolatela con il pesto. Riscaldatele in padella prima di servirle oppure gratinatele al forno.

Potete aggiungere dello yogurt greco e alcuni semi e fiori di canapa come guarnizione.

Una curiosità, secondo la tradizionale ricetta anglossassone, le patate vengono cotte in un forno a legna o sul barbeque, e dopo averle avvolte nella stagnola, riposte sotto la cenere, il sapore sarà davvero inconfondibile.

Buon appetito!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.