Cosa fai per i cambiamenti climatici? Una legge obbliga le banche a rivelare i propri investimenti

La Nuova Zelanda, diventerà il primo Paese al mondo a introdurre una legge che richiede alle imprese finanziarie di rivelare gli impatti dei cambiamenti climatici sulla propria attività e spiegare la gestione dei rischi e delle opportunità legate al clima. Sarà obbligatorio per circa per 200 organizzazioni comunicare come intendono gestire il cambiamento climatico, tra queste ci saranno la maggior parte delle società quotate, le grandi banche e le assicurazioni.

Le comunicazioni saranno richieste a cominciare dagli esercizi che iniziano nel 2022, il che significa che le prime comunicazioni saranno effettuate nel 2023. “Essere il primo Paese al mondo a introdurre una legge come questa significa riuscire a dimostrare di avere
una vera leadership, e di spianare la strada ad altri Paesi che vorranno rendere obbligatorie i rapporti finanziari sul clima – osserva il ministro del Commercio e dei consumatori, David Clark – è importante che ogni parte dell’economia della Nuova Zelanda sia di aiuto nella riduzione delle emissioni e nella transizione verso un futuro a basse emissioni di carbonio. Questa legge garantisce che le organizzazioni finanziarie rivelino e, in ultima analisi, agiscano contro i rischi e a favore delle opportunità legate al clima”.

L’ultimo inventario annuale delle emissioni di gas serra della Nuova Zelanda dimostra che le emissioni del paese sono aumentate del 2% nei primi 12 mesi dalla fine del 2018 e, questo, ha allarmato la nazione, da sempre attenta alle questioni climatiche.

Il Ministro neozelandese per il cambiamento climatico ha affermato “Ogni parte del governo dovrà intraprendere azioni urgenti per ridurre le emissioni, ormai conosciamo da decenni i potenziali impatti del riscaldamento globale”.

Lo stato intende diventare uno dei primi a raggiungere il cosiddetto traguardo delle ‘emissioni zero di carbonio’ entro il 2050, seguendo a ruota gli annunci fatti da altri paesi come Giappone, Corea Del Sud e Australia. Per riuscirci, però, anche il mondo della finanza dovrà subire una rigida regolamentazione.

Grazie a questa legge le persone avranno la possibilità di verificare quali società hanno più a cuore il futuro del pianeta, e potranno scegliere con più serenità a chi affidare il proprio denaro e i propri investimenti.

D’altro canto le aziende riceveranno maggiore fiducia dagli investitori, cosa che a lungo andare potrebbe generare un grande profitto.

Negli ultimi tempi migliaia di giovani si sono uniti allo School Strike for Climate per ricordarci quanto sia fondamentale agire per combattere il cambiamento climatico e per assicurare al pianeta e alle nuove generazioni un futuro. Tutto ciò è stato recepito dal governo neozelandese che con questa legge spera non solo di ridurre le emissioni ma anche di dare il buon esempio a tutte le nazioni del mondo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*