Se anche Amazon si schiera apertamente a favore della legalizzazione…

Amazon è a favore di una proposta di legge statunitense per legalizzare la cannabis a livello federale. Lo ha annunciato il colosso dell’e-commerce in un post in cui afferma che “sosterrà attivamente” la legalizzazione della marijuana a livello federale.

Parliamo in particolare del Marijuana Opportunity Reinvestment and Expungement Act (il cosiddetto MORE Act), che mira a legalizzare la marijuana a livello federale e cancellare le fedine penali. Negli USA, diversi stati lo hanno già fatto, ma per la legislazione federale la marijuana è ancora una sostanza classificata.

Speriamo che altri datori di lavoro si uniranno a noi, e che i politici agiranno rapidamente per far passare questa legge”, ha detto Clark.

Il gruppo di Jeff Bezos ha inoltre deciso che eliminerà i test sull’uso di marijuana dal programma dei controlli per le assunzioni dei dipendenti. In particolare, per le posizioni non regolamentate dal Dipartimento dei trasporti.

“In passato, come molti datori di lavoro, abbiamo escluso dei candidati se risultavano positivi al test per l’uso di marijuana – ha spiegato il responsabile del retail, Dave Clark – Tuttavia, dato che le leggi statali si stanno muovendo negli Stati Uniti, abbiamo cambiato rotta”. A marzo Amazon è stata accusata di aver violato la legge di New York per aver sottoposto i candidati ai test per l’uso di marijuana ormai vietati.

Al momento, Amazon.com non permette la vendita di cannabis attraverso il proprio portale, ma la situazione potrebbe cambiare con la legalizzazione.

Questo di Amazon è l’ennesimo segnale – che forse a qualcuno potrà anche non piacere – del fatto che ormai parliamo della legalizzazione della cannabis come di un fatto quasi naturale, di cui non si tratta più di capire il “se” ma il “quando” e il “come”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*