La cannabis ‘sconfigge’ la nausea in soli 5 minuti

Il potere antiemetico della cannabis è noto da tempo, recentemente, un nuovo studio condotto da un team di ricercatori dell’Università del New Mexico ha scoperto che in particolare fiori e i concentrati di questa pianta sono efficaci nel fornire un quasi immediato sollievo dai sintomi della nausea. Lo studio ha esaminato i dati raccolti tramite l’app Releaf e ha scoperto che più del 96% degli individui coinvolti ha riportato un grande sollievo. Infatti, i soggetti hanno mostrato una diminuzione della gravità della nausea di quasi 4 punti su una scala da 0-10 in meno di un’ora dal consumo.

È interessante notare che il sollievo dai sintomi è diventato significativo dopo soli 5 minuti e ha continuato ad aumentare nel tempo.

“I nostri risultati mostrano che la cannabis ha un forte potere antiemetico”, ha detto Sarah See Stith, assistente professore di economia presso UNM che ha co-diretto lo studio insieme a Jacob Vigil, professore associato di psicologia presso UNM, sottolineando come le ricerche debbano proseguire soprattutto se si parla di bambini e donne in attesa.

La nausea è un disturbo relativamente comune. Tuttavia, è spesso difficile da trattare utilizzando metodi convenzionali come rimedi erboristici e farmaci da prescrizione. La maggior parte dei prodotti antiemetici convenzionali ha effetti collaterali abbastanza lievi, ma tendono anche a offrire un sollievo limitato e non sono efficaci per tutti i pazienti. Terapie alternative come l’agopuntura e la digitopressione mostrano poche prove di pericolosi effetti collaterali, ma offrono un’efficacia limitata.

Prima di questo studio, la National Academies of Sciences Engineering and Medicine (NASEM) aveva già incluso i cannabinoidi nella sua lista dei più potenti agenti disponibili per la nausea indotta dalla chemioterapia. Lo studio UNM ha confermato che la cannabis è un trattamento efficace e ad azione rapida.

La ricerca intitolato “The Effectiveness of Common Cannabis Products for Treatment of Nausea”, è stata pubblicato sul Journal of Clinical Gastroenterology. In particolare sono stati raccolti i dati di 866 persone che hanno monitorato il loro uso di cannabis per la gestione della nausea nell’app Releaf.

I risultati suggeriscono che la stragrande maggioranza dei pazienti che usano la cannabis come trattamento per la nausea sperimenta sollievo in un lasso di tempo relativamente breve. Va notato, tuttavia, che il livello di efficacia varia in base alle caratteristiche dei prodotti consumati. I prodotti più efficaci per un sollievo immediato sembrano essere i fiori e i concentrati di cannabis, etichettati come C. sativa o “ibrido”.

Rapporti alti di THC / bassi di CBD erano generalmente associati a un maggiore sollievo dai sintomi in un breve periodo di tempo, ad esempio 5 minuti.

“È fantastico fornire dati reali, basati su esperienze dirette di persone, tutto ciò sottolinea il forte potere antiemetico di questa pianta”, ha concluso Keenan Keeling, CEO di MoreBetter Ltd., la società dietro Releaf App. “Tuttavia, con l’ampia gamma di condizioni che possono causare nausea, è chiaro che sono necessari ulteriori studi e dati e non vediamo l’ora di contribuire a questi sforzi”.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*