spot_img

Ultimi articoli

― Advertisement ―

spot_img

La Cannabis nella cultura dello snowboard

La cultura dello snowboard è spesso associata a uno stile di vita rilassato e avventuroso, dove la libertà di espressione e l'individualità sono valori...
HomeCannabisLa Germania probabilmente legalizzerà la cannabis per uso adulto nel 2024

La Germania probabilmente legalizzerà la cannabis per uso adulto nel 2024

Articolo tratto da Forbes di Dario Sabaghi

Il governo di coalizione tedesco sta finalizzando i dettagli per la tanto attesa legalizzazione della cannabis, comprese le date di inizio per la coltivazione della cannabis e la creazione di club di cannabis. La nuova agenzia tedesca, Deutsche Presse-Agentur (DPA), ha rivelato ieri ulteriori dettagli sulla politica tedesca sulla cannabis. La cosiddetta coalizione Semaforo, composta dal Partito Socialdemocratico, dal Partito Democratico Libero e dai Verdi, ha finalmente raggiunto un accordo sulla definizione delle regole per la regolamentazione della cannabis in Germania. La legalizzazione del possesso e della coltivazione della cannabis entrerà in vigore il 1 aprile 2024, mentre la creazione di cannabis social club dovrebbe diventare possibile dal 1 luglio, come riportato da diversi media locali.

Il governo di coalizione in Germania ha modificato le norme relative al possesso e al consumo di cannabis, con l’obiettivo di renderle meno rigorose di quanto inizialmente previsto. Secondo un post su X di Kirsten Kappert-Gonther, membro del Bundestag, il parlamento federale tedesco e il presidente della commissione sanitaria, la quantità di cannabis essiccata consentita per la coltivazione domestica sarà raddoppiata, passando da 25 a 50 grammi .

Le conseguenze penali proposte saranno attenuate per evitare di affrontare accuse penali immediate.

Mentre inizialmente era prevista la responsabilità penale per quantità superiori a 25 grammi, ora quantità comprese tra 25 e 30 grammi di cannabis negli spazi pubblici e tra 50 e 60 grammi in spazi privati ​​saranno considerate un reato amministrativo. I reati penali si applicano solo al possesso oltre questi limiti.

Inoltre, si prevede che le potenziali sanzioni diminuiranno da un massimo di 100.000 euro a un massimo di 30.000 euro (da 109.572 a 32.871 dollari) per motivi di proporzionalità.

Inoltre, la zona di esclusione per il consumo di cannabis vicino agli asili nido, ai parchi giochi e alle scuole dovrebbe essere ridotta da 200 a 100 metri.

Numerose normative necessitano ancora di chiarimenti, comprese quelle relative ai problemi di guida legati alla cannabis. Si prevede che il Ministero federale dei trasporti suggerirà un limite al THC entro la fine di marzo. L’attuale divieto assoluto di guidare sotto l’influenza della cannabis verrà probabilmente sostituito da una norma che specifichi un limite di THC nel sangue.

Il disegno di legge è stato discusso per la prima volta al Bundestag alla fine di ottobre, ma si attende ancora l’adozione definitiva. La fase successiva del disegno di legge prevede una decisione del Bundestag. Si prevede che la coalizione sottoporrà il progetto di legge al Bundestag nella prossima settimana della sessione.

Dopo quel voto, ci vorranno diversi mesi di pausa prima che il disegno di legge venga esaminato dal Bundesrat, l’organo legislativo che rappresenta i sedici Länder tedeschi. A settembre i membri del Bundesrat hanno tentato di ostacolare la riforma proposta, ma senza successo. Inoltre, il Bundestag aveva precedentemente rinviato il voto finale sulla legislazione, avvenuto all’inizio di questo mese.

La tempistica inizialmente proposta per la legalizzazione della cannabis in Germania era fissata per l’inizio del nuovo anno. Tuttavia, il ministro della Sanità Karl Lauterbach ha recentemente riconosciuto che questa tempistica non è più fattibile. L’obiettivo attuale è che la legge entri in vigore in primavera.

La legalizzazione della cannabis è stata inclusa nell’agenda politica della coalizione dopo la sua vittoria alle elezioni del settembre 2021. Il progetto di legge è allo studio da tempo. La coalizione ha deciso di rinviare il piano originale di vendita di cannabis nei negozi autorizzati a causa di diversi ostacoli legali con le leggi internazionali ed europee.

Invece, la seconda fase della legalizzazione si concentrerà sull’istituzione di vendite controllate di cannabis a scopo sperimentale, simili alle pratiche in Svizzera e nei Paesi Bassi.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img