Ecco il murales ‘mangia-smog’ più grande d’Europa: pulisce l’aria come 30 alberi

Inaugurato a Roma il murales più grande d’Europa realizzato con pitture eco-sostenibili al 100% naturali che purificano l’aria: è “Hunting Pollution”, 1000 mq di opera “mangia-smog”, un nuovo polmone verde per la Capitale, in grado di ripulire l’aria come un bosco di 30 alberi.

Lo potete ammirare in via Del Porto Fluviale a pochi passi dal Gazometro, nel quartiere Ostiense, ed è stato realizzato da Federico Massa, alias Iena Cruz, artista milanese trasferitosi da anni a New York e famoso per diversi murales in giro per il mondo, utilizzando una particolare pittura che permette di ridurre l’inquinamento atmosferico.

Tutti i suoi lavori negli ultimi anni si sono focalizzati sul tema del cambiamento climatico e sui rischi derivanti dall’inquinamento. “Per la prima volta uso queste vernici prodotte da AirLite, azienda italiana, in grado di assorbire l’inquinamento”. Un airone tricolore, specie in estinzione, che cattura la sua preda in un mare inquinato. Ma allo stesso tempo il murales tiene lontano lo smog in uno degli incroci più trafficati di Roma.

Il progetto è interamente sostenuto da Yourban2030, no-profit impegnata in un percorso di sensibilizzazione sui temi della sostenibilità ambientale, con l’utilizzo di moderne espressioni artistiche. Veronica De Angelis, mecenate dell’opera e madre di Yourban2030: “Ho visto questo muro come un’opportunità per poter contribuire al quartiere e condividere qualcosa con il mio quartiere”. Anche altri 1000 mq di palazzo verranno pitturati con le vernici AirLite, duplicando l’effetto purificatore, per un totale di 2000mq.

Il murales green entrerà anche nel Guinness dei Primati dopo che verrà aperta la categoria ecomurales, dedicata all’arte sostenibile che purifica l’aria.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*