Giallo ed introspezione psicologica nel thriller di Mastrangelo “Fuori Onda”

Il fuori onda è quello che non si dovrebbe sentire ma qualche volta “scappa”. A volte il giornalista che fa un collegamento in tv e che non sa di essere già in diretta diventa il protagonista di gag anche divertenti. Se si tratta di persone che hanno un peso politico o un potere economico le gaffes diventano imbarazzanti-nel migliore dei casi – e oggetto di inchiesta penale, nel peggiore. Nel romanzo di Giuseppe Mastrangelo il fuori onda è la verità che viene nascosta in una vicenda di cronaca che coinvolge poteri forti, ma anche la verità del protagonista che deve fare i conti con se stesso e la propria coscienza e che si spoglia al di fuori della vicenda che sta all’origine della sua narrazione televisiva. Lui è il giornalista di successo che viene riconosciuto per strada, con una carriera brillante che lo ha portato ad avere la stima del pubblico e degli addetti ai lavori. Nel buio della sua stanza d’albergo invece è il cinquantenne frustrato e insoddisfatto della propria vita, con una famiglia da cui si è allontanato, una moglie con cui intrattiene rapporti formali e una bolla di tormento esistenziale che sembra scoppiare proprio durante la sua ultima inchiesta. A Trieste un’intera famiglia viene trucidata in modo brutale e si indaga su tutti i fronti. Grazie alle sue due collaboratrici e alla sua esperienza di giornalista di inchiesta, il protagonista scava in una vicenda che ha contorni molto oscuri. Due ragazzini strangolati nei loro letti, mamma e papà uccisi nella loro camera. Il padre è il Presidente di una nota società finanziaria che attraversa delle difficoltà. La madre, di origine americana, dopo essere stata soffocata come gli altri, è stata esposta, nuda, in giardino, appesa a una croce. Perché? Scoop dopo scoop il giornalista fa il pieno di ascolti e si avvicina a una verità scomoda che è meglio nascondere, tanto più che i presunti colpevoli sono finiti in prigione. Si tratta di quattro ragazzi sorpresi ad aggirarsi nel giardino della villa, legati a movimenti di destra. Dei balordi che negano di essere gli autori della strage.Ma allora chi è stato? Come in ogni giallo che si rispetti, trovare il movente significa avvicinarsi al colpevole. Ma a volte ci si può fare male e non è quello che il network da cui dipende il giornalista è disposto a fare. Davanti al protagonista si aprono così due strade, entrambe irte di difficoltà. Ma solo una lo porterà alla salvezza. E se la verità non verrà mai a galla, per il nostro cinquantenne si profila un lieto fine, anche se diverso da quello che tutti si aspettavano. Intenso e drammatico, ma anche a tratti ironico, il racconto del fuori onda della vita di questo uomo tormentato, che si mette a nudo in questa sorta di diario, è affascinante e tiene il lettore inchiodato fino alla fine. Ben costruito e ben scritto.

A cura di Antonella Quaglia

Titolo: Fuori onda Autore: Giuseppe Mastrangelo Genere: Thriller psicologico Casa Editrice: Santelli editore Collana: Grandi Romanzi Santelli Pagine: 253 Prezzo: 14,99 € Codice ISBN: 978-88-312-55-929

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*