Chi ha paura del Delta-8 THC? Il caso della Florida

Il Dipartimento dell’agricoltura e dei servizi ai consumatori della Florida (FDACS) ha vietato l’importazione di ​​Delta-8 THC e ogni forma di canapa industriale dall’Oregon, dopo che l’agenzia ha ricevuto reclami sui prodotti.

Che cos è il Delta-8 THC?

E’ un estratto dalle infiorescenze di cannabis ad alto contenuto di CBD; una volta isolato è utilizzato per caramelle, oli, svapo e altri prodotti. Il Delta-8 THC è molto simile al Delta-9 THC, la molecola psicoattiva contenuta nel fiore di cannabis, sia in termini di struttura chimica che di effetti psicoattivi. Per questo motivo, dalla scorsa primavera è stato vietato in più di una dozzina di stati degli USA. In Oregon, invece, si è promulgata un’ampia legge sulla cannabis che norma il Delta-8 THC. Cosa che in Florida non è stato fatto.

FDACS: “L’ingestione o l’inalazione di acidi residui può causare la morte”

Nel primo comunicato di avvertimento la FDACS afferma che: “L’ingestione o l’inalazione di acidi residui lasciati dalla conversione del CBD in delta-8-THC può provocare danni fisici o addirittura la morte”. E continua, “fino a quando non verranno adottati standard nazionali completi, i consumatori non hanno modo di sapere quali misure di post-elaborazione sono state intraprese per garantire la sicurezza di questi prodotti”.

Il secondo ammonimento della FDACS

I reclami ricevuti dalla FDACS riguardavano materiale vegetale sporco dal valore del THC oltre il limite federale dello 0,3% o con certificazione COA falsa. Per questo motivo, si legge nella nota, “la prossima volta che acquisterai prodotti a base di estratto di canapa, cerca il logo Fresh From Florida”. La legge federale del 2018 approva i prodotti a base di canapa imponendo il limite del delta-9 thc a 0,3%, non accennando al delta-8. Questo non divieto ha fatto sì che si commercializzasse a larga diffusione.

Cosa succede negli altri Stati

Il Consiglio legislativo del Wisconsin lo scorso anno si è pronunciato affermando che i prodotti delta-8 possono essere considerati canapa se sono al di sotto della soglia delta-9. Un parere che però è senza valore legale. La Federal Drug Enforcement Administration invece non è della stessa opinione: THC e delta-8 sono illegali.

Rimaniamo in osservazione degli sviluppi di una diatriba normativa che anticipa fisiologicamente l’evolversi del settore cannabico in tutti quei Paesi che stanno approcciando alla nascita di un’economia florida.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*