I cannabinoidi possono essere usati contro il Covid

I cannabinoidi possono essere usati contro il Covid

La notizia arriva direttamente dagli Stati Uniti: i cannabinoidi possono essere usati contro il Covid. La Oregon State University, infatti, ha pubblicato uno studio sugli effetti positivi di due cannabinoidi sulla cura e la prevenzione dal Covid-19.

Lo studio che potrebbe cambiare tutto

In questi giorni è stato pubblicato uno studio, Cannabinoids Block Cellular Entry of SARS-CoV-2 and the Emerging Variants, da parte della Oregon State University, in cui viene spiegato come due cannabinoidi fermino e combattano il Covid-19.

Lo studio è stato condotto direttamente da Richard Van Breeman, ricercatore dell’università. Tutta l’equipe di studiosi ha scoperto come due cannabinoidi presenti nella canapa, CBGA e CBDA, possono attaccare ed eludere gli effetti della proteina spike, quella che del virus Covid-19. Grazie a questa caratteristica, le sostanze possono evitare alla proteina spike di entrare in contatto con le cellule del corpo e causare così l’infezione.

Le parole del ricercatore

Van Breeman, inoltre, ha rilasciato un’interessante intervista sull’argomento, in cui ha sottolineato come sarà possibile anche prevenire le nuove varianti.

Questi cannabinoidi, da sempre usati per la cura degli uomini e disponibili all’ingerimento orale sia isolati che estratti dalla canapa, hanno il potenziale per trattare e prevenire il Covid-19. Sono reperibili molto facilmente perché presenti in quantità abbondante nella canapa e in molti suoi estratti. Non sono come il THC e non hanno alcun effetto psicoattivo sul corpo umano.

Le nostre ricerche mostrano come hanno effetti anche sulle varianti del virus, tanto quella inglese che quella sudafricana”.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo della canapa, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram iscriviti a Green Friday, la newsletter settimanale di BeLeaf Magazine. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*