Montana caos marijuana: legale, ma non sempre

Il caso del Montana, dove puoi possedere armi e marijuana. Ma non insieme

Il primo gennaio 2022, nello stato americano del Montana, l’utilizzo di marijuana è diventato legale, ma non sempre. Infatti, non si potranno possedere armi se si consuma abitualmente la cannabis. La decisione lascia abbastanza perplessi.

Il cavillo burocratico

Il nuovo anno è stato festeggiato in Montana con la legalizzazione della cannabis, tanto per uso medico quanto ricreativo. Secondo le leggi federali, però, è ancora illegale possedere tale sostanza e delle armi.

Il Gun Control Act del 1968, infatti, vieta il possesso di entrambe le cose. Il motivo è semplice: la cannabis è presente nella Schedule 1 Controlled Substance.

Crystal McCoy, Public Information Officer dell’ATF, è voluta intervenire sulla questione, sottolineando le criticità della legge.

Il Gun Control Act proibisce ad una persona che utilizza una Controlled Substance di possedere un’arma da fuoco o le sue munizioni.

Nel form federale, infatti, viene chiesto se si è consumatori abituali o non di marijuana, antidepressivi, stimolanti, narcotici o qualsiasi altra Controlled Substance.

Tutti quelli che utilizzano marijuana, a prescindere se sia per ragioni mediche o ricreative, dovrebbero rispondere sì a questa domanda del form”.

Le violazioni a questa legge sono punite molto duramente. La multa può arrivare ai $10.000, mentre si rischiano fino a 10 anni di detenzione.

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo della canapa, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram iscriviti a Green Friday, la newsletter settimanale di BeLeaf Magazine. È tutto gratis e… ne vale la pena!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*