spot_img

Ultimi articoli

― Advertisement ―

spot_img

Tutte le ragioni per puntare massicciamente sull’ampliamento delle piste ciclabili

Spesso si pensa alle piste ciclabili solo come uno sfruttamento inutile di spazio che prima era dedicato alle macchine. Oggi, al contrario, vogliamo parlarvi...
HomeAmbienteTutte le ragioni per puntare massicciamente sull'ampliamento delle piste ciclabili

Tutte le ragioni per puntare massicciamente sull’ampliamento delle piste ciclabili

Spesso si pensa alle piste ciclabili solo come uno sfruttamento inutile di spazio che prima era dedicato alle macchine. Oggi, al contrario, vogliamo parlarvi delle sei ragioni che dovrebbero spingere il governo di ogni nazione a costruirne sempre di più.

Il beneficio economico

Si potrebbe pensare che, riducendo lo spazio delle strade per le automobili o rimuovendo parcheggi in favore della costruzione di piste ciclabili, l’impatto economico per i negozi possa essere negativo. In realtà, non è assolutamente così.

Chi è abituato a spostarsi in automobile e ad usare strade ad alta velocità, tende a spendere i suoi soldi in favore del grande commercio e delle multinazionali. Al contrario, chi si muove a piedi o sulle piste ciclabili tende a spendere di più nei negozi dei rivenditori locali. Secondo alcune statistiche, infatti, questo tipo di acquirenti può aumentare del 30% il fatturato dei piccoli commercianti.

Più persone in meno spazio

Spesso si pensa che le piste ciclabili rubino spazio alle macchine e, per questo motivo, sono considerate fonti di traffico. Come è abbastanza chiaro, non è così.

Ci basta pensare ad una strada così suddivisa: 20% dedicato alla pista ciclabile e 80% alle automobili. Nella parte dedicata agli automobilisti, vediamo come in un’ora possano viaggiare circa dalle 700 alle 1100 persone (stima effettuata su una strada a percorribilità media). Nella restante parte, invece, tra pedoni e ciclisti possono spostarsi addirittura dalle 2000 alle 6500 nello stesso arco di tempo.

Con le ciclabili si risparmia

Nonostante solo una piccola percentuale (spesso al di sotto del 10%) di denaro viene investita dai diversi ministeri delle infrastrutture in giro per il mondo per le piste ciclabili, esse hanno un ritorno economico di gran lunga maggiore rispetto alle strade per automobili.

Quest’ultime, infatti, hanno un ritorno medio che si aggira (nelle migliori delle ipotesi) attorno al 3:1 (per ogni euro investito ne ritornano tre). Le strade necessitano di un controllo e una cura maggiori per via dell’enorme quantità di veicoli pesanti che le attraversano e per problemi esterni (materiali e agenti atmosferici).

Le piste ciclabili, invece, avrebbero (in alcuni casi) un ritorno che può arrivare a sfiorare il 13:1 (ogni euro investito ne frutta 13). Il motivo è semplice: occorre meno manutenzione per mantenerle in ottimo stato.

Date piste ciclabili e otterrete ciclisti

Uno degli altri miti da sfatare è quello che le piste ciclabili non vengono usate. Spesso appaiono in rete foto di piste abbandonate e mai utilizzate. Occorre, però, contestualizzare sempre il momento e la zona dove sono state costruite queste.

Per sfatare questo mito, basta citare l’esempio della città di Siviglia. Nella bellissima località dell’Andalusia, infatti, sono stati investiti più di 50 milioni di euro per creare una rete capillare di piste ciclabili in giro per la città. A questo massiccio investimento è corrisposto, in appena un anno, l’aumento dell’11% rispetto al numero di ciclisti dell’anno precedente.

Cosa pensano le persone

Secondo un sondaggio di YouGov nella Gran Bretagna, la risposta delle persone riguardo le piste ciclabili è abbastanza chiara. Il 77% degli intervistati si è detto favorevole all’ampliamento e alla costruzione di piste ciclabili nella zona in cui vive.

L’80% si augura che le strade possano essere pensate per mettere maggiormente in sicurezza i pedoni e i ciclisti che utilizzano la porzione di spazio per esse. Il 51% assicura che le utilizzerebbe se ce ne fossero di più in giro per il paese.

I benefici per la popolazione

In ultimo, vogliamo ricordare quali potrebbero essere i benefici per le persone.

  • Migliorare la propria salute fisica con il movimento
  • Migliorare la qualità dell’aria che respiriamo
  • Beneficio economico per il paese
  • Aiutare contro i problemi del cambiamento climatico
  • Rendere le città più vivibili

Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo della canapa, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram iscriviti a Green Friday, la newsletter settimanale di BeLeaf Magazine. È tutto gratis e… ne vale la pena!

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img