Come ingrassare le cime di cannabis

Articolo a cura di Buddha Seeds

È il desiderio di ogni coltivatore: ingrassare le cime e ottenere una grande produzione. Con un po’ di conoscenza e alcuni prodotti di qualità, è possibile ottenere cime grandi e dure.

Prendete nota di questi consigli e trucchi che renderanno il vostro raccolto l’invidia di tutti i vostri amici.

Come ingrassare le cime di marijuana

Per ingrassare le nostre gemme è necessario modificare la dieta delle piante e rispettare una serie di parametri.

Vi lasciamo con un elenco di tutti i punti fondamentali per ingrassare i vostri fiori di cannabis.

Consigli per ingrassare le cime

Dal substrato, dalla luce, dalla temperatura e dai fertilizzanti. Questi sono i diversi aspetti da tenere in considerazione se vogliamo ingrassare le nostre cime.

Substrato di qualità

Abbiamo bisogno di un substrato adatto alla coltivazione della marijuana. Deve essere un terriccio ben areato con perlite e che dreni correttamente. Il vostro negozio di coltivazione sarà in grado di consigliarvi alcuni substrati di ottima qualità. Consigliamo Heavy Mix e Complete Mix di Top Crop.

Controllo del pH e della EC

È consigliabile mantenere il pH dell’irrigazione tra 5,5 e 5. In questo modo, le piante sono in grado di assorbire tutti i nutrienti necessari al loro sviluppo.

D’altra parte, assicuratevi di controllare la concentrazione dell’acqua che drena dalle piante dopo l’annaffiatura. Se l’EC è superiore a 2, è necessario lavare leggermente le radici per evitare una concimazione eccessiva.

La luce

All’interno avremo potenza sufficiente per il numero di piante che andremo a far fiorire. Non possiamo aspettarci di far fiorire 12 piante in un metro quadrato con 250 W, perché sarebbe insufficiente. Pertanto, è importante conoscere lo spazio che andremo a occupare e il numero di piante.

All’esterno, dovremo posizionare le piante rivolte a sud o a sud-est per ricevere la maggior quantità di luce possibile.

Clima sotto controllo

Nella coltivazione indoor è necessario mantenere un controllo totale del clima per ottenere buoni risultati.

La temperatura deve essere mantenuta in un intervallo compreso tra 21 e 24ºC. Per mantenere la temperatura possiamo utilizzare ventilatori, estrattori, tubi di raffreddamento o aria condizionata.

Per controllare l’umidità, invece, possiamo utilizzare un deumidificatore per mantenere l’umidità relativa tra il 40 e il 50%.

Spazio tra le piante

È necessario lasciare spazio tra le piante, sia all’interno che all’esterno, permettendo loro di svilupparsi sia in altezza che in larghezza.

Se le piante sono troppo vicine tra loro, le spighe arriveranno fino al bulbo e ridurranno di molto la resa.

In interni si consiglia di collocare 12 piante in vasi da 7 litri o 9 piante in vasi da 11 litri per metro quadro.

Concime naturale per ingrassare le cime

Ecco un piccolo elenco di fertilizzanti fatti in casa per ingrassare le cime durante la fioritura.

Il miele

Il miele può essere il nostro alleato per ingrassare i nostri fiori. Tuttavia, se usato in modo improprio, può essere dannoso per le nostre piante.

Utilizzare da 1 a 4 ml di miele per litro d’acqua.

Zucchero

Lo zucchero può essere utilizzato anche per aumentare le dimensioni dei nostri fiori senza dover spendere molto in fertilizzanti.

In 5 litri d’acqua, aggiungere un cucchiaio di zucchero e mescolare bene per scioglierlo. Se non volete complicare le cose, esistono alcuni concimi organici come Top Candy di Top Crop, formulati con estratti vegetali naturali e ricchi di zuccheri e carboidrati.

Legno di frassino

La cenere di legna è eccellente per la fioritura grazie al suo elevato contenuto di potassio. Tuttavia, deve essere dosato con molta attenzione perché aumenta drasticamente il pH (potenziale di idrogeno).

Tè alla banana

Si ottiene facendo bollire diverse bucce di banana in una pentola d’acqua. Filtrate il liquido, lasciatelo raffreddare e avrete il vostro fertilizzante naturale.

Lievito di birra

Il lievito di birra può essere utilizzato come fertilizzante per la fioritura. È sufficiente un cucchiaio di lievito per litro d’acqua.

Domande frequenti

Quando le cime iniziano a ingrassare?

Le cime di solito non iniziano a ingrassare fino alla fine della terza e all’inizio della quarta settimana di fioritura. Durante queste settimane sarà necessario aggiungere all’acqua i nutrienti necessari per l’ingrasso: fosforo (P) e potassio (K).

In quale settimana le cime ingrassano di più?

Nella quinta settimana di fioritura possiamo osservare come le cime ingrassino ad un ritmo vertiginoso. Da quel momento in poi, concentrano le loro energie sull’aumento del peso e della densità. In breve tempo avremo un raccolto gustoso.

Quando le cime smettono di ingrassare?

Varia un po’ a seconda della genetica, ma come regola generale, a partire dalla settima settimana di fioritura smettono di ingrassare. Nelle ultime settimane le cime finiscono di compattarsi e di produrre resina di cannabis.

Come ingrassare le cime nelle ultime settimane?

Per quest’ultimo tratto finale delle piante, si utilizzano spesso prodotti noti come bud buster o bud fatteners. I nostri ingrassatori liquidi preferiti sono PK 13-14 e Top Bud di Top Crop.

Dovrete continuare a concimare con fertilizzanti di base per la fioritura, come Top Bloom, e aggiungere il vostro bud buster preferito.

Le cime diventano più grandi dopo il lavaggio delle radici?

Sì, le cime continuano a ingrassare dopo il lavaggio delle radici delle nostre piante. Una volta rimossi i sali dal substrato, la pianta si nutre delle sostanze nutritive presenti nelle foglie. Per questo motivo, quando è il momento di raccogliere, molte foglie sono gialle.

È opportuno rimuovere le foglie per ingrassare le cime?

Se la defogliazione viene eseguita correttamente, è una tecnica molto efficace per ingrassare le gemme. Tuttavia, si tratta di una tecnica avanzata che non tutti i coltivatori possono realizzare.

D’altra parte, raccomandiamo di rimuovere le foglie secche e morte che troviamo nel raccolto e nelle nostre piante. In questo modo il raccolto sarà più pulito e si potranno prevenire eventuali parassiti.


Questo articolo contiene informazioni provenienti direttamente dall’azienda produttrice o fornitrice del prodotto o del servizio pubblicizzato. La redazione di Beleaf Magazine e i suoi collaboratori non sono responsabili del contenuto e non vogliono in alcun modo incentivare e/o promuovere condotte vietate dalle attuali leggi vigenti. In Italia la coltivazione di piante di cannabis con tenore di Thc superiore allo 0,6% è vietata. I contenuti sono da intendersi esclusivamente ai fini di una più completa informazione personale e di cultura generale.