spot_img

Ultimi articoli

― Advertisement ―

spot_img

Gli errori più comuni nelle misurazioni di pH ed EC

Articolo a cura di Buddha Seeds Il pH nella coltivazione della cannabis svolge un ruolo importante nell'alimentazione e nello sviluppo della pianta, in quanto ci...
HomeGrowersOlio di Neem. Come usarlo sulle piante di cannabis

Olio di Neem. Come usarlo sulle piante di cannabis

L’olio di neem è il miglior insetticida e fungicida naturale per proteggere le piante da parassiti e funghi. Nel seguente articolo vi spiegheremo le sue principali proprietà e come usarlo.

Cos’è l’olio di neem

L’olio di Neem è un olio vegetale estratto dai semi dell’albero di Neem (Azadirachta indica), originario dell’India. Quest’olio è stato usato per secoli come rimedio naturale per vari problemi di salute e si è dimostrato efficace anche per la cura delle piante.

L’olio di neem è utilizzato come insetticida e fungicida naturale, poiché contiene una serie di composti che respingono gli insetti e impediscono la crescita di funghi e altri agenti patogeni. Questi composti includono azadiractina, limonoidi, triterpenoidi e acidi grassi essenziali.

Può essere applicato alle piante in vari modi,l tra cui come spray fogliare o come parte della miscela del terreno. È importante seguire le istruzioni dell’etichetta e non superare il dosaggio consigliato, poiché può essere tossico per alcuni insetti utili e per le api, secondo raccomandano Buddha Seeds

Nel complesso, l’olio di Neem è un’alternativa sicura ed efficace ai pesticidi chimici convenzionali ed è una scelta popolare per i giardinieri e gli agricoltori che preferiscono soluzioni naturali per la cura delle piante.

Proprietà dell’olio di Neem

L’olio di Neem è apprezzato per le sue diverse proprietà benefiche, sia per la salute umana che per la cura delle piante e dell’ambiente in generale. Alcune delle principali proprietà dell’olio di Neem sono:

Insetticida naturale

Quest’olio è utilizzato come insetticida naturale grazie alla sua capacità di respingere e controllare un’ampia varietà di insetti, tra cui zanzare, formiche, pulci, zecche e acari. L’azadiractina, uno dei componenti principali dell’olio di Neem, è un regolatore della crescita degli insetti che ne inibisce la muta e l’alimentazione. Per questo motivo l’olio di Neem viene utilizzato anche per combattere i pidocchi.

Fungicida naturale

L’olio di Neem ha proprietà antifungine e può essere utilizzato per prevenire e controllare malattie delle piante come ruggine, muffa e antracnosi.

Repellente naturale per i parassiti

L’olio di neem è efficace nel respingere una serie di comuni parassiti del giardino e del frutteto, come mosche bianche, tripidi, afidi e coleotteri.

Proprietà antivirali e antibatteriche

È stato dimostrato che l’olio di neem è efficace nell’inibire la crescita di alcuni batteri e virus, il che lo rende una possibile opzione terapeutica per diverse patologie.

Nel complesso, l’olio di Neem è un’opzione naturale ed efficace per una serie di problemi di salute e di cura delle piante, anche se è importante ricordare che deve essere usato con cautela e secondo le istruzioni dell’etichetta.

Qual è il dosaggio consigliato dell’olio di Neem?

Il dosaggio consigliato varia a seconda del tipo di utilizzo e del prodotto specifico che si sta utilizzando. È importante leggere e seguire attentamente le istruzioni riportate sull’etichetta del prodotto per evitare un uso eccessivo o un’esposizione non necessaria all’olio.

Come regola generale, si raccomanda di diluire l’olio con acqua prima di applicarlo alle piante, poiché l’olio puro può essere troppo concentrato e può bruciare le foglie delle piante. Come regola generale, si consiglia una diluizione dello 0,5%-2% di olio in acqua.

È importante notare che l’olio di Neem può essere tossico per alcuni insetti utili come le api e può anche essere dannoso per la vita acquatica. Pertanto, occorre prestare attenzione quando si utilizza l’olio in prossimità di specchi d’acqua ed evitare di applicarlo nelle ore del giorno in cui le api sono attive.

È consigliabile iniziare con una dose bassa e aumentare gradualmente secondo le necessità, sempre seguendo le istruzioni del prodotto e tenendo conto delle specifiche condizioni d’uso. È sempre consigliabile consultare un professionista della salute o un esperto di giardinaggio prima di utilizzare questo olio per qualsiasi scopo.

Come si usa l’olio di Neem per le piante di cannabis?

L’olio di Neem è molto popolare per la cura delle piante grazie alle sue proprietà insetticide, fungicide e repellenti naturali per i parassiti. Ecco gli usi più comuni dell’olio sulle piante di cannabis:

  • Controllo dei parassiti: è efficace nel controllare un’ampia varietà di parassiti del giardino, come afidi, coleotteri, larve, bruchi e acari. L’azadiractina, un composto attivo dell’olio di Neem, interferisce con il ciclo vitale degli insetti, impedendo loro di nutrirsi e riprodursi.
  • Controllo delle malattie fungine: ha proprietà antifungine e può essere efficace nella prevenzione e nel trattamento delle comuni malattie fungine delle piante, come ruggine, peronospora e antracnosi.
  • Miglioramento della crescita delle piante: l’olio può anche migliorare la crescita delle piante agendo come un fertilizzante naturale e fornendo nutrienti essenziali alle piante. L’olio di neem può anche stimolare la produzione di ormoni della crescita delle piante, aumentandone la produzione e la resistenza alle malattie.
  • Protezione contro i nematodi: i nematodi sono vermi microscopici che possono danneggiare le radici delle piante. L’olio può essere efficace nel respingere e controllare i nematodi, contribuendo a proteggere le radici delle piante e a migliorarne la salute.

Per tutti questi motivi, quest’olio è un’opzione sicura ed efficace per il controllo dei parassiti e delle malattie nelle piante, e può anche contribuire a migliorare la crescita e la salute generale delle piante. Tuttavia, è importante seguire attentamente le istruzioni del prodotto.

Come preparare l’insetticida con l’olio di Neem?

Ecco una semplice ricetta per preparare un insetticida naturale con l’olio di Neem:

Materiali necessari:

– Olio di Neem

– Acqua

– Sapone neutro

– Bottiglia spray

Istruzioni:

– Mescolare 1-2 cucchiai di olio con 1 litro di acqua calda in un flacone spray. La quantità esatta di olio necessaria varia a seconda della concentrazione del prodotto che si sta utilizzando, quindi assicurarsi di leggere le istruzioni sull’etichetta.

– Aggiungete una piccola quantità di sapone di potassio delicato alla miscela e agitate bene per combinarla. Il sapone aiuterà a sciogliere l’olio, a farlo aderire alle foglie delle piante e ad ammorbidire lo scheletro esterno degli insetti.

– Agitare bene il flacone prima dell’uso. Spruzzare la soluzione sulle foglie delle piante infestate dai parassiti, assicurandosi di coprire la parte superiore (lato superiore) e inferiore (lato inferiore) delle foglie. Possiamo anche spruzzare la soluzione sul terreno intorno alle piante per controllare i parassiti del suolo.

– Ripetere l’applicazione ogni 10-15 giorni o secondo necessità fino alla completa scomparsa dei parassiti.

È importante notare che questo tipo di olio può essere tossico per alcuni insetti utili, come le api, e può anche essere dannoso per la vita acquatica. Occorre quindi prestare attenzione quando si utilizza l’olio in prossimità di specchi d’acqua ed evitare di applicarlo nelle ore del giorno in cui le api sono attive.

Come applicare l’olio di Neem sulle piante?

L’applicazione dell’olio di Neem sulle piante può variare a seconda del tipo di pianta e dello scopo del suo utilizzo. Tuttavia, ecco alcune linee guida generali che possono aiutare a orientare l’applicazione:

  • Diluire l’olio: se si utilizza un olio concentrato, è importante diluirlo prima di applicarlo alle piante. Mescolate l’olio di Neem con acqua seguendo le istruzioni del prodotto riportate sull’etichetta.
  • Agitare bene la soluzione: prima di applicare la soluzione di olio di Neem, agitare bene il flacone per assicurarsi che sia ben miscelato.
  • Applicare la soluzione: spruzzare la soluzione di olio di Neem sulle foglie e sui fusti delle piante, assicurandosi di coprire la superficie superiore e inferiore delle foglie. La soluzione può essere applicata anche al terreno intorno alle piante per controllare i parassiti del suolo. Utilizzate uno spruzzatore manuale o un flacone spray per applicare la soluzione in modo uniforme.
  • Ripetere l’applicazione: a seconda della gravità del problema dei parassiti o delle malattie, potrebbe essere necessario ripetere l’applicazione della soluzione di olio di Neem ogni 10-15 giorni. Seguire le istruzioni del prodotto riportate sull’etichetta per conoscere la frequenza e la quantità di applicazione appropriate.
  • Evitare l’applicazione a temperature estreme: È meglio evitare di applicare l’olio di Neem in presenza di temperature estreme, poiché ciò può compromettere l’efficacia del prodotto e danneggiare le piante. Cercate di applicare l’olio quando le temperature sono comprese tra 10 e 30 gradi.

Articolo a cura di Buddha Seeds


Questo articolo contiene informazioni provenienti direttamente dall’azienda produttrice o fornitrice del prodotto o del servizio pubblicizzato. La redazione di Beleaf Magazine e i suoi collaboratori non sono responsabili del contenuto e non vogliono in alcun modo incentivare e/o promuovere condotte vietate dalle attuali leggi vigenti. In Italia la coltivazione di piante di cannabis con tenore di Thc superiore allo 0,6% è vietata. I contenuti sono da intendersi esclusivamente ai fini di una più completa informazione personale e di cultura generale.


Se vuoi restare sempre aggiornato su tutto ciò che gravita intorno al mondo della canapa, seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro profilo Instagram iscriviti a Green Friday, la newsletter settimanale di BeLeaf Magazine. È tutto gratis e… ne vale la pena!

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img