spot_img

Ultimi articoli

― Advertisement ―

spot_img

Tel Aviv ospita la Quarta Conferenza Internazionale sulla Cannabis Medica

Il 9 e 10 settembre, Tel Aviv sarà il palcoscenico della quarta edizione della conferenza internazionale sulla cannabis medica, CannX. Questo evento riunirà professionisti...
HomeCannabisViaggio nel tempo: gli italiani usavano cannabis già nel XVII secolo

Viaggio nel tempo: gli italiani usavano cannabis già nel XVII secolo

Un nuovo studio scientifico dal titolo “Forensic toxicological analyses reveal the use of cannabis in Milano (Italy) in the 1600s” pubblicato sulla rivista Journal of Archeological Science suggerisce che gli italiani del XVII secolo utilizzassero la cannabis sia per scopi ricreativi che medici.

Nel corso di questa ricerca, gli studiosi hanno esaminato campioni di osso femorale provenienti dalle spoglie di pazienti dell’Ospedale Maggiore di Milano, un ospedale di fama nel XVII secolo. L’obiettivo dell’esame era determinare se questi campioni contenessero tracce di cannabis.

Gli studiosi hanno analizzato nove ossa femorali appartenenti a sette uomini e due donne. Gli esami tossicologici hanno rivelato che su questi nove individui, due campioni ossei femorali contenevano la presenza di due cannabinoidi, composti trovati nella pianta di cannabis.

Successivamente, il team ha cercato di determinare se la cannabis fosse destinata all’uso ricreativo o medico.

Uno studio della farmacopea dell’ospedale e della documentazione che identifica i medicinali utilizzati all’interno dei confini dell’ospedale ha mostrato che la cannabis non era inclusa nell’elenco. Secondo gli studiosi, ciò indica un possibile utilizzo ricreativo della pianta invece che un uso medico.

Tuttavia, gli studiosi hanno anche notato che il paziente potrebbe aver ricevuto la pianta durante il trattamento da parte di un medico al di fuori dell’ospedale.

Il team ha affermato che questi risultati costituiscono una prova che gli italiani del XVII secolo, in generale, e la popolazione di Milano, in particolare, erano esposti alla pianta.

Pertanto, si tratta della prima evidenza fisica dell’uso della cannabis nell’era moderna, non solo in Italia ma anche in Europa, come ha sottolineato il team. Mentre nell’Antica Grecia e a Roma la pianta di canapa era onnipresente, l’interesse per essa diminuì durante il Medioevo. Nel XV secolo, un editto ecclesiastico bandì la pianta, ma rimase in uso a scopo medicinale e terapeutico per tutto il XVI secolo, principalmente grazie ai viaggiatori in Oriente e in Africa che la importavano durante i loro viaggi in Europa.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img